mobi__icon--right Created with Sketch.

la Mobiliare

""
""

Le api: le nostre piccole eroine

Comment aider abeilles et auxiliaires

Le colonie di api hanno sempre meno spazio. Eppure questi insetti gialli e neri, insieme a molti altri insetti utili, forniscono un contributo essenziale per la conservazione della natura. Bastano piccole azioni per fare la differenza e contribuire al sostentamento della vita.

I fiori piantati con amore e le aiuole curate con tanta fatica possono diventare facilmente preda di antipatici bacherozzoli. Ma non tutti gli insetti rappresentano una minaccia: alcuni sono infatti essenziali per la flora e la fauna. Si sta parlando delle api e degli insetti utili. Tuttavia il cambiamento climatico, il numero insufficiente di aiuole e l’utilizzo di prodotti fitosanitari comportano la loro drastica riduzione.

Api e insetti: alleati nella cura del giardino

Che si tratti di cespugli di more in giardino o di piccole piante di pomodori in vaso sul balcone, senza le nostre amiche gialle e nere che si occupano dell’impollinazione e senza gli insetti utili che eliminano i parassiti le nostre piante non potrebbero produrre alcun frutto. L’impollinazione dei fiori è un passaggio essenziale per assicurarsi la gioia della raccolta. La natura è un sistema intelligente che ha già previsto una soluzione contro i parassiti: gli insetti utili se ne nutrono o li sfruttano come animali ospiti. Assicuratevi dunque di curare le vostre piante in modo non nocivo per gli animali, di evitare antiparassitari che colpiscono gli insetti utili e di creare le condizioni per accogliere le api selvatiche nel vostro giardino. Così sarete sicuri di non restare a mani vuote.

In assenza di soluzioni alternative: antiparassitari naturali

Quando i parassiti prendono il sopravvento e infestano le vostre piante e i vostri fiori, nella maggior parte dei casi siete costretti a intervenire con prodotti fitosanitari. Questi prodotti, tuttavia, colpiscono anche api e insetti utili. Esistono però alternative non nocive.

Leggete l’etichetta o le istruzioni del prodotto fitosanitario e verificate se è riconosciuto come dannoso per le api. Se le piante che volete sottoporre al trattamento stanno già fiorendo o presentano della melata, rinunciate all’impiego del prodotto. Per le piante robuste o comunque resistenti ai parassiti come rose, siepi o viti non sono necessari trattamenti di questo tipo. Un altro metodo naturale per combattere i parassiti è l’impiego di trappole e apposite reti. Spesso l’intero giardino viene cosparso di prodotti fitosanitari. Sarebbe bene evitare questa pratica inutile e dannosa poiché le piante che non sono interessate non hanno bisogno di alcun trattamento.

Habitat colorato: piante amiche delle api

In giardino o sul balcone, dotarsi di piante amiche delle api vi permetterà di invitare al banchetto questi simpatici insetti e di garantirne la sopravvivenza. La menta in fiore, il trifoglio e la calendola sono esempi di piante adatte per l’attività di bottinaggio.  Fate inoltre attenzione che dalla primavera all’autunno ci sia sempre qualche pianta in fiore. In tal modo si aiutano le api nei periodi in cui in natura fioriscono poche piante.

Mi casa es su casa: l’hotel per gli insetti

Soprattutto in città manca spesso il nutrimento per le api, i bombi e gli altri insetti. Invitate questi simpatici aiutanti a casa vostra! Un hotel per gli insetti offre a questi alleati un rifugio per i mesi invernali e un luogo dove nidificare nella stagione calda. Nell'hotel vivranno ospiti di ogni genere, tra cui coccinelle, farfalle e api selvatiche. La presenza di tutti questi ospiti, oltre a rendere superfluo l’impiego di prodotti fitosanitari dannosi, porta un po’ di movimento nel vostro paradiso verde. Potete comprare un hotel per gli insetti o costruirvelo da soli in modo semplice. Troverete le istruzioni per creare il vostro hotel per gli insetti alla fine di questa guida.

Ma esistono metodi ancora più semplici. Basta un mucchietto di sabbia, legno in decomposizione, pietre o rami per offrire un rifugio a molte api selvatiche e insetti.

Di tutto e di più sulle api: App BeeSmart

Con l’app BeeSmart potrete immergervi nel mondo delle api e delle piante. Troverete una risposta a tutte le vostre domande sugli impollinatori. Quali piante sono le più adatte? Come posso organizzare il mio balcone nel miglior modo possibile? Come combattere in modo naturale i parassiti? Se inoltre vi imbattete in uno sciame di api e desiderate allontanarlo potete contare sull’aiuto di apicoltori nella vostra regione. L’app è disponibile su Google Play Store e nell’App Store.

Costruire un hotel per gli insetti

Lavate delle lattine, riempitele di argilla e sabbia e mettetele in un posto al riparo dalla pioggia. Forate il fondo delle lattine per lasciare defluire eventuali liquidi. 

Nelle lattine, oltre alla sabbia, si possono mettere anche dei pezzi di canna di bambù del diametro compreso tra 3 e 9 mm e poi appenderle orizzontalmente. Le canne di bambù non devono avere spigoli taglienti e non devono superare i 10-15 cm di lunghezza.

Perforare il legno vecchio facendo dei buchi di 2-9 mm di diametro. Il legno migliore è quello degli alberi da foglia, che va tagliato longitudinalmente. Se si perfora un pezzo di legno tagliato trasversalmente è più probabile che si formino crepe e schegge. Anche altri materiali legnosi quali resina, trucioli di legno o legno in decomposizione possono essere di grande aiuto per le api selvatiche.

Non rimuovere i gusci di lumaca poiché diverse specie di api selvatiche, quali le api muratrici, vi nidificano. 

Preparare delle seedball

Le seedball, o «bombe di semi», sono piccole palline fatte a mano. È sufficiente posarle sulla terra anziché seminarle. Per creare circa 30 seedball servono:

  • 500 g di polvere di argilla (disponibile nei negozi di prodotti edili)
  • 500 g di terra (o compost)
  • Circa 5 g di semi (come campanule, fiordalisi, salvia, girasoli, borragine o salcerella; per altre piante utili agli impollinatori si veda il dizionario della flora)
  • Acqua

Mescolare bene la terra, la polvere di argilla e i semi in una ciotola. Se la terra ha un alto contenuto di sabbia aggiungere un po’ più di polvere di argilla. Aggiungere lentamente dell’acqua e continuare a mescolare. Il miscuglio deve risultare umido e ben modellabile. A questo punto si possono fare delle palline delle dimensioni di una noce. Per evitare che i semi inizino a germogliare, esporre le palline al sole o farle essiccare sul termosifone. 

La miscela di terra e argilla impedisce che i semi si secchino o vengano portati via dal vento o dall’acqua.

«MoBees» alla Mobiliare

La Mobiliare vuole contribuire a dar forma al futuro e le api sono sicuramente presenti in un futuro prospero. Le «MoBees», «collaboratrici» speciali della Mobiliare, hanno l’obiettivo di mettere in moto una presa di coscienza circa l’importanza delle api per il nostro futuro. Inoltre la Mobiliare intende contribuire attivamente alla preservazione dell’ambiente. Sono 61 le agenzie generali che si impegnano in tal senso e ospitano più di 150 colonie di api. In tutto possiamo contare su circa 3 milioni di fedeli collaboratrici gialle e nere. Scoprite di più sull’impegno della Mobiliare per le api.