Ecco come trovare la stanza perfetta in un alloggio condiviso

Pensate di essere la coinquilina o il coinquilino perfetto? In questo caso, con i nostri suggerimenti troverete rapidamente una stanza

1. Chi sa cosa cercare, lo trova.

Come dice il proverbio? Chi cerca, trova? Sapete già esattamente che cosa cercare? In quale quartiere vi piacerebbe abitare? Che dimensioni dovrebbe avere la stanza? Qual è il budget disponibile? Preferite coinquilini uomini o donne, e di che età? Date importanza a cucinare insieme e alla pulizia dell’abitazione? Preferite condividere l’alloggio in modo individuale e autonomo? Quali aspetti sono assolutamente imprescindibili, quali invece auspicabili e su quali siete disposti a discutere? Dagli annunci di camere in alloggi condivisi si possono ricavare già molte informazioni. In questo modo risparmiate tempo, evitando di visitare alloggi condivisi che non corrispondono ai vostri criteri

2. Dove cercare?

Molto utili per svolgere una ricerca in base alle proprie esigenze sono piattaforme tipo WG-Zimmer, students.ch oppure Ronorp. Naturalmente potrete coinvolgere i vostri amici nella ricerca di una stanza in un alloggio condiviso utilizzando Facebook o l’e-mail – forse uno di loro conosce qualcuno che sta cercando una coinquilina o un coinquilino.

Quanto più precisa sarà la descrizione di ciò che state cercando, tanto maggiori saranno le probabilità di avere successo. Non bisogna dimenticare neppure la strada offline del passaparola. Raccontate ai vostri amici della vostra ricerca – da conoscenti e dalla loro cerchia di conoscenti spesso saltano fuori possibilità inaspettate.

3. Volete assolutamente ottenere quella stanza

Tra gli annunci avete trovato una stanza che vi convince sotto tutti i punti di vista e volete assolutamente diventare un coinquilino di quell’alloggio? In questo caso, fatelo sapere alle persone che già vi abitano. Create una candidatura speciale, che vi permetta di emergere dalla massa degli altri interessati. Assicuratevi che essa contenga tutte le informazioni importanti e necessarie, perché molto probabilmente nessuno si prenderà la briga di cercare i dati per contattarvi. Spiegate con chiarezza il motivo per cui desiderate condividere quell’alloggio e perché ritenete di essere il coinquilino o la coinquilina ideale.

4. Visita all’alloggio condiviso

Se siete fortunati, la vostra candidatura sfocerà in un invito a visitare l’alloggio. Chiarite i punti in sospeso, gli aspetti che per voi sono imprescindibili e quelli su cui siete disposti a discutere (cfr. punto 1). Questo vi aiuterà a capire se l’alloggio condiviso fa al caso vostro. Molto probabilmente vi faranno delle domande. Siate franchi e non dissimulate nulla, perché, in fin dei conti un’eventuale coabitazione dovrà anche funzionare. Le bugie sono quindi assolutamente da evitare.

5. Se la candidatura non ha avuto successo

Se i coinquilini dell’alloggio hanno scelto un’altra persona, cercate di non prendervela, anche se in un primo momento non sarà facile. Pensate che ci sono ancora tante altre fantastiche abitazioni e stanze condivise che vi aspettano. La cosa migliore è diffondere tra il maggior numero di amici e conoscenti la notizia che state cercando una stanza in un alloggio condiviso. Forse troverete proprio tramite questi canali la soluzione che fa al caso vostro.

6. Se avete avuto successo, arriva il contratto

Se la vostra candidatura è stata accettata, vi arriverà il contratto. Leggetelo sempre con attenzione ed eventualmente mostratelo a qualcuno che se ne intende. Se avete delle domande o ci sono dei punti poco chiari, rivolgetevi direttamente ai vostri futuri coinquilini. In questo caso è importante anche verificare se figurate come locatario principale o sublocatario. Se siete sublocatario, dovreste allestire insieme un apposito contratto di sublocazione. I modelli sono disponibili presso l’amministrazione.

7. Trasloco nel nuovo alloggio

Una volta chiarite tutte le formalità, non resta che affrontare il trasloco. A tale proposito vale la regola: con una buona organizzazione è più facile traslocare. I nostri consigli per il trasloco vi aiutano a non dimenticare nulla e con la nostra app Lizzy potrete annotare in modo facile e veloce sul vostro smartphone i difetti rilevati nel nuovo alloggio.

L’as­si­cu­ra­zio­ne idea­le per la sua co­mu­ne

Hai meno di 26 anni e ti in­te­res­sa una so­lu­zio­ne com­ple­ta e fles­si­bi­le per la tua casa in co­mu­ne?

RICHIEDI UN’OFFERTA