mobi__icon--right Created with Sketch.

la Mobiliare

Il 1° agosto proteggete i vostri animali dallo stress

Riduzione dello stress per i nostri amici a quattro zampe

Gli animali domestici e selvatici sono esposti a molti stimoli durante le festività. Per noi umani i fuochi d’artificio possono essere magici, ma per i nostri animali possono rappresentare una vera e propria fonte di stress. Con semplici accorgimenti è possibile rendere i festeggiamenti piacevoli per tutti. 

I proprietari di animali sono responsabili del benessere dei loro amici a quattro zampe. Oltre a quelli domestici, ci sono però anche diversi animali selvatici che richiedono la nostra attenzione. Con questi semplici consigli potete garantire il loro benessere. 

Scelta oculata dei fuochi d’artificio 

Razzi esplosivi, petardi o bombe a pioggia piacciono a grandi e piccini. La combinazione di luci e rumori forti, tuttavia, mette gli animali in uno stato di ansia e terrore. Esistono però delle colorate alternative come fontane, girandole, fiammiferi bengalesi e fiaccole, che non producono alcun rumore e riducono notevolmente il livello di stress negli animali. Limitate inoltre l’accensione dei fuochi d’artificio a un solo giorno.  

Quando brucia il falò 

Gli enormi mucchi di legna per i falò vengono solitamente preparati diversi giorni prima della festa. Gli animali selvatici trovano in questa catasta di legna asciutta un rifugio sicuro e un luogo adatto per la deporre le uova. Quando però si accende il fuoco, di solito è troppo tardi per scappare e animali come i ricci, gli orbettini o i rospi bruciano nelle fiamme.  

Non è però necessario rinunciare al falò, basta preparare la catasta di legna il giorno stesso della festa. In questo modo gli animali notturni non avranno modo di rifugiarvisi. Inoltre, è possibile erigere una recinzione di protezione intorno alla catasta di legna per impedire agli animali di avvicinarsi. Una recinzione di 30 – 40 centimetri è più che sufficiente.  

Amanti dei cani: preparatevi per tempo 

Fate la passeggiata serale con il vostro cane di buon’ora. In questo modo sarete a casa prima che inizino i botti. Se dovessero essere necessarie ulteriori passeggiate, è meglio portare il cane nel bosco o in un ambiente appartato e tranquillo. Tuttavia non è garantito che i fuochi d’artificio saranno limitati al giorno di festa. Un botto improvviso potrebbe causare la fuga istintiva dell’animale. Perciò i cani più sensibili dovrebbero essere condotti sempre al guinzaglio anche alcuni giorni prima della festa.  

Portate i vostri animali in casa 

I cani tendono a restare a fianco dei loro padroni. Diversa è invece la situazione dei gatti liberi e dei piccoli animali come i criceti o i conigli. Nel giorno della festa nazionale, attirate il vostro gatto in casa nel pomeriggio e chiudete le uscite. I criceti e i conigli possono essere temporaneamente alloggiati in una piccola gabbia in un locale chiuso.  

In linea di principio offrite ai vostri animali domestici una stanza tranquilla e chiudete persiane, gelosie e tende. Mettete della musica tranquilla o accendete la radio o la televisione. Creerete così un rumore di fondo gradevole che può attenuare i botti.  

Altri modi per combattere l’ansia di cani e gatti 

Possono rivelarsi utili anche i rimedi omeopatici o i fiori di Bach. Tuttavia questi prodotti devono essere somministrati solo dopo aver consultato il veterinario. Per i cani esistono delle t-shirt apposite. La pressione dei vestiti stretti rafforza la consapevolezza corporea e dà un senso di tranquillità al cane. Mentre i gatti tendono a nascondersi, i cani hanno bisogno di maggiori attenzioni quando hanno molta paura. Calmate l’animale accarezzandolo e standogli vicino. Tuttavia non si dovrebbe mai mostrare compassione e confortare il cane. Questo comportamento lo rende ancora più insicuro e rafforza la sua paura. Comportatevi normalmente. Trasmetterete così le vostre emozioni al vostro amico. Se l’animale non si calma, non vi rimane altro che portarlo in un parcheggio sotterraneo protetto dal rumore.  

Da non dimenticare: proteggere i cavalli e la fauna selvatica 

Gli animali selvatici sono ancora meno abituati ai rumori prodotti dai botti rispetto agli animali domestici. Il loro udito è molto sensibile e un forte boato potrebbe provocare il panico o una fuga disperata. Il rischio è che si feriscano su una recinzione o corrano in strada. Questi incidenti, soprattutto con i cavalli, accadono spesso e possono essere evitati. 

Nel pomeriggio i cavalli dovrebbero essere spostati nella stalla e non dovrebbero in nessun caso essere lasciati al pascolo. Chiudere le possibili vie di fuga come porte, finestre, i box esterni e lasciare accesa la luce. In questo modo si evita che gli animali si spaventino per le luci forti e i rumori provocati dai fuochi d’artificio. Inoltre, è possibile sensibilizzare i vicini chiedendo di non accendere fuochi d’artificio in prossimità della stalla e apporre appositi cartelli nelle vicinanze.  

Oltre a spaventare gli animali, accendere fuochi d’artificio nel posto sbagliato comporta anche un rischio d’incendio. Quindi niente fuochi d’artificio vicino ai boschi o nei parchi. 

L’essenziale in breve 

  • Rinunciare ai fuochi d’artificio molto rumorosi e abbaglianti e preferire alternative colorate e tranquille. 
  • Costruire il falò il giorno stesso della festa e proteggerlo con una recinzione. 
  • Spostare animali domestici e cavalli in locali protetti fin dal pomeriggio. Chiudere le tapparelle e mettete della musica tranquilla. 
  • Non accendere fuochi d’artificio in prossimità di boschi e parchi. 
  • Se qualcosa dovesse andare storto con i fuochi d’artificio allertare i pompieri. Per ulteriori informazioni, consultare il Centro d’informazione per la prevenzione degli incendi (CIPI)