Navigare sicuri in gommone

Affinché la gita in canotto rimanga un divertimento

Fa parte dell’estate come il gelato: una gita in canotto attraverso fiumi e laghi. Leggete i nostri consigli per andare sul sicuro anche in caso di un imprevisto.

Lo facciamo quasi tutti: goderci l’estate vicino o in acqua. I basilesi si tuffano nel Reno con una sacca da nuoto, nella regione di Sciaffusa le cascate del Reno attirano curiosi provenienti da tutto il mondo e, non appena le temperature aumentano, i bernesi trascorrono il loro tempo libero nel e sul fiume Aare! Sull’Aare si possono infatti trascorrere diversi giorni, basta munirsi di provviste sufficienti e del mezzo di trasporto adatto: va da sé che quasi ogni bernese ha un gommone in cantina.

Preparatevi bene!

Una gita in gommone è molto divertente, ma i pericoli naturali non vanno sottovalutati. Capitani e passeggeri devono pertanto essere ben preparati per la gita sul fiume:

  • scegliete un percorso consono alle capacità e aspettative del gruppo.
  • studiate prima le ultime previsioni del tempo e i livelli dell'acqua.
  • accettate a bordo solo nuotatori allenati e persone sane e in forma.
  • indossate i giubbotti di salvataggio.
  • non legate assieme i canotti e mantenete una distanza sufficiente dagli ostacoli.

Oltre alle misure tecniche di sicurezza devono essere rispettate anche le prescrizioni legali. Secondo la legge sulla navigazione interna è obbligatorio apportare sui gommoni in modo ben visibile nome, cognome e indirizzo del proprietario. La stessa cosa vale per kajak, canoe e tavole da standup paddle. Altrimenti si rischia una denuncia.

Quando il divertimento si trasforma in una situazione di pericolo

Nonostante tutte le precauzioni può sempre succedere qualcosa: la natura è imprevedibile.

  • La copertura di base mobilia domestica assicura il gommone contro incendio e danni della natura, come p.es. tempesta con venti oltre 75 km/h. Con l’assicurazione complementare «furto fuori casa» è assicurato il furto dell’imbarcazione a casa o a riva.
  • In caso di collisione con un altro natante, una boa o un molo il suo natante può risultare danneggiato. I costi della riparazione sono coperti dalla casco mobilia domestica, che si può includere nell’assicurazione mobilia domestica.
  • Informate subito la polizia se vengono danneggiate delle persone. Le spese di cura sono coperte dall’assicurazione infortuni dei danneggiati.
  • Se, in qualità di conducenti dell’imbarcazione, siete ritenuti responsabili dell’incidente, potete fare ricorso alla vostra assicurazione di responsabilità civile. Vi difendiamo da eventuali richieste di risarcimento infondate e vi risarciamo in caso di richieste di risarcimento giustificate di terzi.