mobi__icon--right Created with Sketch.

la Mobiliare

header image
header image

Partire per un soggiorno linguistico

Le fasi principali per pianificare e preparare il vostro soggiorno all’estero

Non importa se durante una pausa dalla scuola, dagli studi o dalla vita professionale, un soggiorno linguistico offre sempre un grande valore aggiunto. Oltre a praticare la lingua in modo intensivo, potete vivere un’interessante esperienza culturale. Ma qual è il modo migliore per prepararsi? Cosa dovete considerare nella fase di pianificazione e preparazione?

Siete giovani e volete divertirvi. Spesso intorno a voi trovate spunti per avventure dalle quali trarre vantaggio anche per il vostro futuro. Un soggiorno linguistico, ad esempio, è una valida esperienza. Potete pianificare tutto da soli oppure rivolgervi a un operatore specializzato come Boa Lingua o EF.

Le basi del processo di pianificazione 

In una prima fase dovete scegliere il tipo, la durata e la destinazione del vostro viaggio all’estero.

Quale tipo di soggiorno linguistico voglio fare?  

Potete viaggiare all’interno del Paese e frequentare un corso di lingua oppure svolgere anche un lavoro alla pari. Con questa opzione potete guadagnarvi vitto e alloggio e mettere in pratica le vostre conoscenze linguistiche nella vita di tutti i giorni, ma sarete anche più impegnati e dovrete svolgere alcuni lavoretti oltre a seguire il corso di lingua. Gli «au pair» sono solitamente impiegati per un periodo compreso tra i 12 e i 24 mesi.

Quando posso fare il mio soggiorno linguistico?  

Potete sfruttare un periodo di transizione per fare un’esperienza utile, oppure prendervi del tempo appositamente per il vostro soggiorno linguistico. In questo caso sarete più o meno liberi di scegliere il periodo. Considerate anche le condizioni climatiche delle vostre possibili destinazioni. Soprattutto per i soggiorni in altri continenti è importante tenere conto della stagione estiva o invernale così come della stagione secca o piovosa nella regione scelta.

Quanto deve durare il mio soggiorno linguistico?  

Gli operatori consigliano una durata di almeno tre mesi, un periodo adeguato soprattutto quando si tratta di imparare una nuova lingua. Se invece parlate già la lingua, potete eventualmente accorciare il vostro soggiorno.

Quale lingua desidero imparare e dove si parla?  

Molte lingue sono parlate in diversi Paesi del mondo, di conseguenza la scelta di destinazioni è abbastanza vasta. Le lingue più richieste per i soggiorni linguistici sono l’inglese, il francese e lo spagnolo. L’offerta più ampia di scuole di lingue si trova nelle metropoli. Tuttavia, nelle grandi città il costo della vita è più elevato che nei piccoli centri.

A quanto ammonta il budget per un soggiorno linguistico? 

Un soggiorno linguistico non è economico, per questo è importante conoscere il proprio budget. Prima prenotate, meno costoso sarà il vostro soggiorno. E a seconda del budget potrete arricchire la vostra esperienza con escursioni e attività. Per farvi un’idea, potete utilizzare il calcolatore di prezzi di linguista.

Quanto tempo voglio passare alla scuola di lingua? 

La scelta del corso di lingua dipende dalle vostre ambizioni. I corsi standard si limitano a 15-20 lezioni a settimana, in questo modo rimane abbastanza tempo da dedicare alle attività culturali. Potete però frequentare anche un corso intensivo, che comprende 20-30 lezioni settimanali. Le scuole di lingue offrono un’ampia gamma di opzioni, non vi aiutano soltanto a raggiungere i vostri obiettivi linguistici ma propongono anche numerose attività per il tempo libero.

Dove voglio vivere durante il mio soggiorno?  

Lo scopo del soggiorno è di consolidare le vostre competenze linguistiche anche nella vita di tutti i giorni. Ecco perché è importante crearsi un ambiente sociale a livello locale. Il modo più semplice per farlo è quello di alloggiare presso una famiglia ospitante o in uno studentato così da integrarsi facilmente nella vita quotidiana. Se però desiderate maggiore privacy e tranquillità, potete affittare un appartamento o una stanza.

L’assicurazione adeguata per il soggiorno linguistico 

In una seconda fase dovete controllare quali assicurazioni vi servono per vivere un’esperienza il più possibile spensierata.

Ho bisogno di un’assicurazione viaggi?  

Assolutamente sì. Anche gli organizzatori di soggiorni linguistici ne consigliano una. È possibile stipulare un’assicurazioni viaggi di breve durata al momento della prenotazione. Tuttavia, l’assicurazione viaggi della Mobiliare vi offre una protezione completa in caso di cancellazioni, situazioni di emergenza, perdita di bagagli e molti altri potenziali disagi durante il viaggio o il soggiorno linguistico.

Che cosa copre la mia assicurazione di responsabilità privata durante il soggiorno? 

Avete bisogno di un’assicurazione di responsabilità civile privata se siete maggiorenni e svolgete un’attività lucrativa. Se vivete ancora con i vostri genitori, i danni sono coperti dalla loro assicurazione di responsabilità civile privata. Se accidentalmente all’estero rompete qualcosa che non vi appartiene, la responsabilità civile privata vi rimborsa le spese sostenute.

Posso fare escursioni con l’auto della mia famiglia ospitante o di amici?  

Se utilizzate l’auto della vostra famiglia ospitante o di un amico di tanto in tanto non è un problema. La vostra assicurazione di responsabilità civile privata copre la guida occasionale di veicoli di terzi (fino a 35 giorni per anno civile). Invece, se guidate l’auto ogni giorno per raggiungere la scuola, il proprietario dell’auto deve avere un’assicurazione per i terzi.

Come mi proteggo dalle spese mediche in caso di malattia e infortunio in Europa? 

Se durante il soggiorno linguistico mantenete il vostro domicilio in Svizzera, siete coperti dall’assicurazione obbligatoria della cassa malati. In questo modo le spese in caso di emergenze mediche (medicamenti, medico, ospedale) sono coperte. 

In Europa la tessera europea di assicurazione malattia vi semplifica la vita. In alcuni casi potete usarla per addebitare direttamente le spese mediche alla cassa malati. In caso contrario dovrete pagare le spese direttamente sul posto. Per l’Europa non avete bisogno di un’assicurazione complementare se siete curati nell’ambito dell’assistenza sanitaria pubblica.

Ho bisogno di un’assicurazione supplementare per le emergenze mediche oltreoceano?  

La situazione in Europa è più semplice che oltreoceano. Negli USA, in Australia, Canada, Nuova Zelanda o Giappone le spese per cure mediche sono molto elevate. In Africa o in America Latina molti viaggiatori preferiscono le cure di ospedali privati, dove l’assistenza è più simile agli standard svizzeri che nelle strutture pubbliche. Per questo motivo, è consigliabile stipulare un’assicurazione complementare se si soggiorna oltreoceano per un corso di lingua. Quest’ultima può essere stipulata presso la cassa malati per un periodo di tempo limitato e dovrebbe coprire l’intero soggiorno.

Se fate un soggiorno linguistico durante un congedo non retribuito, nel primo mese gli infortuni sono coperti dal vostro datore di lavoro. Se rimanete all’estero per un periodo più lungo, potete stipulare un’assicurazione mediante convenzione con l’assicuratore infortuni del vostro datore di lavoro per altri sei mesi. Il costo mensile si aggira intorno ai 40 franchi e copre gli infortuni in tutto il mondo.

Abbiamo dimenticato qualcosa? avete bisogno di ulteriore assistenza nel settore assicurativo? Mettietevi in contatto con noi