mobi__icon--right Created with Sketch.

la Mobiliare

Godetevi il pensionamento anticipato senza preoccupazioni!

Addio lavoro, benvenuto pensionamento!

Le donne e gli uomini che si ritirano dal mondo professionale rispettivamente prima dei 64 e prima dei 65 anni d’età rientrano nella casistica del pensionamento anticipato. Che si tratti di una scelta libera o imposta da motivi economici, in ogni caso è importante prepararsi bene al pensionamento anticipato.  

Il pensionamento anticipato è un obiettivo molto ambito da parte di chi lavora duramente; altri invece vorrebbero lavorare più a lungo ma sono costretti ad andare in pensione prima del tempo. In entrambi i casi, per un futuro senza preoccupazioni è importante pianificare a lungo termine.  

Una panoramica sul pensionamento anticipato 

Il sistema previdenziale svizzero si basa su tre pilastri: 

1°  pilastro: previdenza statale obbligatoria (AVS e AI) 
2°  pilastro: previdenza professionale obbligatoria (cassa pensione) 
3°  pilastro: previdenza personale facoltativa (pilastro 3a o 3b presso una banca o un’assicurazione) 

Il regolamento della Sua cassa pensione stabilisce se e in che modo può andare anticipatamente in pensione. La legge federale sulla previdenza professionale (LPP) contiene solo disposizioni minime, e i dettagli sono disciplinati dalla Sua cassa pensione. Un pensionamento anticipato riduce notevolmente le prestazioni di vecchiaia. La rendita AVS anticipata può essere percepita solo al compimento di 62 anni nel caso delle donne e a 63 anni per gli uomini.  

Il Suo obiettivo: il pensionamento anticipato 

Se già da giovane sa di voler andare in pensione anticipatamente, dovrebbe mettere da parte dei soldi o investire in un  pilastro. In tal modo può iniziare questa nuova fase della vita già dopo aver compiuto 58 anni e senza grosse perdite. Molte casse pensione pretendono anche che un pensionamento anticipato programmato venga comunicato anni prima.   

Il pensionamento anticipato non volontario 

Purtroppo, può anche succedere di trovarsi di fronte ad un pensionamento anticipato non volontario, per motivi economici. Ai collaboratori costretti a ritirarsi molti datori di lavoro offrono una rendita transitoria fino al raggiungimento dell’età AVS. In caso di pensionamento anticipato non volontario, se l’indennità di disoccupazione è superiore alle prestazioni della cassa pensione, si può richiedere il pagamento della differenza alla cassa di disoccupazione. La rendita transitoria viene conteggiata come parte delle prestazioni della cassa pensione. Non viene conteggiata un’indennità di meno di 148 200 franchi (stato 2019).  

Come escludere calcoli sbagliati 

Pianificando il pensionamento anticipato conviene tener presente il prima possibile i seguenti fattori:  

AVS 

La legge prevede che si paghino i propri contributi AVS fino al raggiungimento del regolare pensionamento a 64 anni (donne) o 65 anni (uomini). In caso di pensionamento anticipato questi contributi vengono ridotti ma vanno comunque versati.  

Assicurazione sulla vita 

Se ha stipulato un’assicurazione sulla vita fino a 65 anni, in caso di pensionamento anticipato deve contattare la Sua compagnia assicurativa. Si può far esentare dal pagamento dei premi per la polizza fino alla decorrenza dell’assicurazione oppure la si può sciogliere immediatamente. Per evitare possibili perdite, conviene informarsi bene già al momento della stipula dell’assicurazione.  

Imposte 

Non si aspetti forti riduzioni degli oneri fiscali. La rendita dei pensionati è totalmente soggetta a imposte. In più, vengono meno le detrazioni, p.es. per il tragitto di lavoro e per il pranzo. E dopo il pensionamento non sono più possibili detrazioni fiscali per il 3° pilastro.  

Assicurazione contro gli infortuni 

Finora il Suo datore di lavoro provvedeva all’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni professionali e non professionali. La copertura assicurativa per infortuni non professionali può essere estesa per un massimo di 6 mesi dopo l’uscita, con un’assicurazione mediante convenzione UVG. Contatti per tempo l’assicurazione contro gli infortuni del Suo datore di lavoro. Se non stipula l’assicurazione mediante convenzione, entro il primo mese di pensionamento deve informare la Sua cassa malati in merito alla fine dell’assicurazione contro gli infortuni. La cassa malati provvederà ad includere la copertura degli infortuni nella Sua polizza, in modo da continuare ad essere correttamente assicurato.   

Ben organizzati verso la libertà 

Indipendentemente dal fatto che inizi volontariamente o involontariamente il pensionamento anticipato, è bene che possa godersi questa nuova fase della vita. Si faccia consigliare con sufficiente anticipo, in modo personale e individuale.