Eine Chronik für Freienwil

Giovedì, 14. Giugno 2018

Il progetto Eine Chronik für Freienwil (Una cronaca di Freienwil), nato su iniziativa della Mobiliare, è stato realizzato in stretta collaborazione con il comune Freienwil, l’artista Ruth Erdt e la Mobiliare. L’omonima pubblicazione è stata consegnata a tutti i partecipanti il 16 giugno 2018, in occasione della festa del villaggio nel comune di Freienwil.

Estate 2005. In Svizzera, una violenta serie di alluvioni provoca sei morti. I danni sono devastanti. Solo il danno finanziario complessivo ammonta a circa 3 miliardi di franchi. Dopo questa rovinosa catastrofe, la Mobiliare istituisce – in sintonia con il suo impegno sociale a favore dell’intera collettività svizzera – un fondo per progetti di protezione dalle piene.
Da allora abbiamo già contribuito con circa 36 milioni di franchi alla realizzazione di misure di protezione contro le piene in tutto il Paese. E i progetti sostenuti dalla Mobiliare si sono rivelati efficaci, come dimostrato ad esempio nel comune Vordemwald presso Zofingen, dove alla luce dei danni causati dalle intemperie a maggio del 2013 è stato realizzato un sistema di raccolta delle acque di superficie. Grazie a questa costruzione, nonostante il forte maltempo nell’estate del 2017, il comune ha registrato un numero di sinistri nettamente inferiore. Così come a Bondo, dove la realizzazione di un bacino di ritenuta nel 2015 e l’impianto d’allarme hanno evitato maggiori devastazioni.

A Freienwil, nel cantone Argovia, abbiamo deciso di combinare questo aspetto del nostro impegno sociale con un progetto artistico. Il comune si è offerto volentieri per questo progetto pilota giacché la misura di protezione non prevedeva solo la deviazione del corso del Maas, ma anche una nuova strutturazione del centro abitato. Per la popolazione la questione centrale riguardava il collegamento della parte nuova alla parte vecchia del villaggio. Ciò ci ha permesso di adottare un approccio particolarmente innovativo, volto inoltre a sostenere il processo di formazione della società a Freienwil.

Siamo riusciti a coinvolgere la fotografa e artista Ruth Erdt, residente a Zurigo e a Berlino, nella realizzazione di uno straordinario progetto di identificazione e partecipazione a e per Freienwil: Una cronica di Freienwil. Per realizzare questo progetto, tra aprile e ottobre del 2017 Ruth Erdt ha appositamente spostato il proprio domicilio nel centro di Freienwil, diventando così temporaneamente membro del comune e fotografando tutti gli abitanti che si erano registrati per una sessione fotografica. A tal fine, Ruth Erdt è stata invitata da circa 135 delle 460 famiglie residenti a Freienwil. Da questo materiale molto personale è nato un libro che siamo stati lieti di consegnare a tutti i partecipanti.

Già oggi è evidente che il progetto Eine Chronik für Freienwil ha dato origine a numerosi impulsi in seno alla comunità di Freienwil, ad esempio discussioni sul rapporto tra città e campagna, sul passato, il presente e il futuro, sul senso dell’arte e della cultura o anche sulla necessità di non perdere il contatto diretto con i vicini in questa epoca di vita frenetica.

Eine Chronik für Freienwil è diventata uno straordinario documento sui molti volti e stili di vita in un piccolo comune e su come l’arte possa rafforzare il senso di collettività. Cogliamo l’occasione per ringraziare di cuore in primo luogo il sindaco Rober Müller e l’intero consiglio comunale per l’eccellente collaborazione. Ringraziamo l’artista Ruth Erdt di essersi lanciata con tanto entusiasmo in questo riuscito esperimento! E ringraziamo di cuore tutti i volontari che hanno realizzato con curiosità e disponibilità questo progetto insieme a noi.