Arte e sostenibilità Vol. 8: Intelligenza artificiale + arte

Lunedì, 4. Settembre 2017

Quali opportunità e prospettive scaturiscono dalla digitalizzazione? La Mobiliare presenta opere di quattordici artiste e artisti che affrontano in modi diversi e sorprendenti le realtà digitali e virtuali, aprendo così nuove prospettive per considerare questo tema ambivalente.

La digitalizzazione e l’interconnessione globale saranno la quarta rivoluzione industriale che cambierà profondamente la nostra vita – e in parte lo sta già facendo. Da un bel pezzo ormai abbiamo smesso di imparare a memoria i numeri di telefono. Presto saranno disponibili app per ogni cosa. Motori di ricerca intelligenti effettuano per noi le ricerche più complesse ed è solo questione di tempo fino a quando ci saranno auto che si guidano da sole. 
Digitalizzazione, sistemi cognitivi, intelligenza artificiale: questi sono i temi scottanti della nostra epoca.

I computer sono davvero migliori di noi in tutto? In futuro saranno i robot a portarci via il posto di lavoro? Oppure l'era digitale ci offre addirittura la possibilità di sviluppare, rafforzare e migliorare la nostra individualità e i rapporti interpersonali? 

«La sesta edizione della nostra serie di esposizioni dal titolo ‹Arte e sostenibilità› è dedicata alla ricerca di tracce in un mondo sempre più digitalizzato», spiega Dorothea Strauss, responsabile Corporate Social Responsibility presso la Mobiliare. «È più che mai necessario considerare con attenzione il ruolo che l’intelligenza creativa avrà in futuro.»
 
Il vernissage avrà luogo il 6 settembre, a partire dalle ore 17 nell’edificio della Direzione della Mobiliare a Berna. 
Interverranno Markus Hongler, CEO, Dorothea Strauss, responsabile CSR, Viviane Mörmann, specialista arte – e Pepper, un robot umanoide che durante il periodo dell’esposizione fungerà da assistente alle visite guidate aperte al pubblico.

Un interessante programma divulgativo accompagna l’esposizione, che durerà dal 7 settembre 2017 al 16 marzo 2018 ed è accessibile al pubblico durante le ore di ufficio.
Per ulteriori informazioni: mobiliare.ch/arte

L’impegno sociale del Gruppo Mobiliare

La Mobiliare sostiene progetti di ricerca presso l’Università di Berna, il PF di Zurigo e il PF di Losanna. Promuove progetti di prevenzione per la protezione dai pericoli naturali in diverse regioni della Svizzera, apre nuovi spazi di dialogo fra arte e società e aiuta le imprese svizzere a sviluppare il loro spirito innovativo. Maggio informazioni su www.mobiliare.ch/impegno

Il Gruppo Mobiliare

In Svizzera, un’economia domestica su tre è assicurata presso la Mobiliare. L’assicuratore generale al 31 dicembre 2017 gestiva un volume di premi pari a 3,775 miliardi di franchi. 79 agenzie generali con un proprio servizio sinistri indipendente garantiscono la vicinanza a più di 2 milioni di clienti in circa 160 località della Svizzera. La Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni SA ha sede a Berna, mentre la Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni sulla vita SA ha sede a Nyon. Fanno parte del Gruppo anche la Mobiliare Svizzera Asset Management SA, la Mobiliare Svizzera Services SA, la Protekta Assicurazione di protezione giuridica SA, la Protekta Consulenza-Rischi SA, la Mobi24 Call-Service-Center SA e la XpertCenter SA, tutte con sede a Berna, la Trianon SA con sede a Renens, la SC, SwissCaution SA con sede a Bussigny e bexio AG con sede a Rapperswil.

La Mobiliare occupa in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein 5000 collaboratori e 342 apprendisti. È la più antica società privata d’assicurazioni della Svizzera e sin dal 1826, anno della sua fondazione, ha struttura di cooperativa.