Collaborazione virtuale per Migros e Mobiliare

Mercoledì, 11. Settembre 2013

Assicuratore investe in Sharoo, una società dell'affiliata Migros m-way

La Mobiliare partecipa a Sharoo, una piattaforma per l'utilizzo condiviso di veicoli privati e aziendali. I proprietari privati di veicoli e i proprietari di flotte potranno in futuro mettere a disposizione di altri i propri veicoli tramite lo smartphone. La piattaforma Sharoo è stata sviluppata da m-way, una società della Migros.  

La Mobiliare Svizzera Holding SA, Berna, partecipa con un aumento del capitale del 37,5 percento alla startup Sharoo AG, Glattbrugg. L'affiliata Migros per la mobilità elettrica m-way SA rimane azionista di maggioranza.
Ogni giorno i veicoli a motore restano inutilizzati mediamente 23 ore su 24. Sharoo è una piattaforma Internet che consente ai proprietari di veicoli e ai proprietari di flotte di mettere a disposizione di altri utenti, tramite lo smartphone, i propri veicoli durante questi tempi di sosta. I maggiormente interessati a una condivisione sono le persone giovani nelle città e nelle regioni urbane. 

La Mobiliare, che persegue una crescita in agglomerazioni urbane come Zurigo e Ginevra, ha sviluppato per Sharoo soluzioni assicurative speciali, che permettono sia al detentore che al locatario del veicolo di condividerlo e utilizzarlo senza problemi. I primi veicoli accessibili al pubblico su Sharoo sono previsti per la fine di ottobre 2013.

Markus Hongler, Ceo della Mobiliare, dichiara: «Il modello commerciale della condivisione è convincente, in quanto promuove una gestione oculata delle risorse. Come cooperativa, agiamo in modo responsabile nei confronti della società e dell'ambiente, sostenendo la condivisione di risorse. Inoltre, con la piattaforma Sharoo, possiamo fornire il nostro know-how assicurativo.»

Dieter Berninghaus, responsabile del settore commerciale presso la Migros e membro del Consiglio di amministrazione della m-way SA, la società che ha sviluppato Sharoo, dichiara con soddisfazione: «La Mobiliare è il partner ideale per tenere fede al nostro impegno sociale di realizzare a livello imprenditoriale una mobilità sostenibile. Affrontando con m-way il tema innovativo della mobilità elettrica e con Sharoo il nuovo tema del car sharing, la Migros opera al passo con i tempi».
Il tema del car sharing è parte del trend mondiale verso una sharing economy. In particolare, in caso di acquisti costosi, come abitazioni di vacanza e automobili, soprattutto i proprietari giovani sono sempre più disposti a condividere con altri utenti tali beni, nei periodi in cui non ne necessitano.

«Da anni m-way offre la propria consulenza in materia di mobilità a clienti privati e a imprese, e ha potuto constatare che poter condividere comodamente con altri utenti le automobili private e aziendali è un'esigenza ricorrente. Ora questo è possibile, in modo semplice e rapido, grazie a Sharoo», dichiara Hans-Jörg Dohrmann, direttore generale di m-way.

Ritratto di Sharoo

Sharoo è una piattaforma indipendente dedicata al car sharing. Sharoo installa un box in veicoli privati e aziendali affinché ogni utente di smartphone possa cercarli, prenotarli e aprirli comodamente. In media, ogni giorno, i veicoli sono fermi e inutilizzati per 23 ore su 24. Sfruttare questo potenziale non valorizzato è sensato dal punto di vista economico ed ecologico per i detentori dei veicoli, i coutenti e i noleggiatori.

Sharoo lancerà una prima offerta accessibile al pubblico nell’autunno 2013 con veicoli aziendali selezionati. Nella primavera 2014 estenderà l’offerta di car sharing su ampia scala per veicoli privati.

Sharoo collega tramite smartphone e Access box, detentori dei veicoli, veicoli e coutenti. In questo modo, ogni detentore definisce individualmente a quali persone (circles) concedere il proprio veicolo e a quale prezzo.

La piattaforma è stata sviluppata dal 2011 da m-way SA e nel 2013 è stata scorporata come SA indipendente. La start-up appartiene in maggioranza a m-way, società affiliata di Migros, e alla Mobiliare Svizzera Holding SA. In mercati selezionati, Sharoo vuole creare insieme ai suoi soci la flotta virtuale di veicoli più grande e variegata.

Il Gruppo Mobiliare

In Svizzera, un’economia domestica su tre è assicurata presso la Mobiliare. L’assicuratore generale al 31 dicembre 2017 gestiva un volume di premi pari a 3,775 miliardi di franchi. 79 agenzie generali con un proprio servizio sinistri indipendente garantiscono la vicinanza a più di 2 milioni di clienti in circa 160 località della Svizzera. La Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni SA ha sede a Berna, mentre la Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni sulla vita SA ha sede a Nyon. Fanno parte del Gruppo anche la Mobiliare Svizzera Asset Management SA, la Mobiliare Svizzera Services SA, la Protekta Assicurazione di protezione giuridica SA, la Protekta Consulenza-Rischi SA, la Mobi24 Call-Service-Center SA e la XpertCenter SA, tutte con sede a Berna, la Trianon SA con sede a Renens, la SC, SwissCaution SA con sede a Bussigny e bexio AG con sede a Rapperswil.

La Mobiliare occupa in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein 5000 collaboratori e 342 apprendisti. È la più antica società privata d’assicurazioni della Svizzera e sin dal 1826, anno della sua fondazione, ha struttura di cooperativa.

Su m-way

m-way ag, un’azienda afferente al gruppo Migros, è stata fondata nel 2010 come impresa commerciale finalizzata a co-definire la mobilità del futuro. Appoggiandosi agli attuali 10 punti commerciali, offre una gamma scrupolosamente selezionata di veicoli elettrici prodotti da marchi leader in Europa (biciclette elettriche, scooter elettrici, motociclette elettriche e auto elettriche). A ciò si aggiungono un’offerta di accessori e un vasto servizio di assistenza, con tanto di servizi di finanziamento e assicurazione. Come garanzia di sostenibilità, i veicoli disponibili sono rigorosamente accompagnati da certificati di «elettricità verde».

Per conto di Migros, m-way collabora anche con partner di prim’ordine al fine di promuovere il tema della nuova mobilità innovativa, sviluppando e supportando idee che dovrebbero rendere più efficiente la mobilità del futuro. Il primo frutto di questo sforzo congiunto è stata la piattaforma sharoo.