Gottardo 2016: la Mobiliare chiede «E SE»

Venerdì, 3. Giugno 2016

Partner principale dei grandi festeggiamenti, la Mobiliare utilizza questa partnership per una campagna creativa sulla sostenibilità. Il 4 e il 5 giugnio la galleria di base del San Gottardo verra inaugurata con una grande festa populare: un evento senza precedenti al quale la Mobiliare partecipa attivamente come partner principale di «Gottardo 2016». La Mobiliare punta sulla forza comunicativa della creatività et lancia tre progetti culturali, tutti incentrati sulla domanda: «E si tu contribuissi a dare forma al futuro?»

Trenta giovani decorano la «Locomotiva del futuro Mobiliare»

  • L’artista Kerim Seiler progetta due spettacolari padiglioni per gli ospiti della Mobiliare alla festa di inaugurazione del San Gottardo
  •  Dieci giovani registi svizzeri realizzano dei talk durante i quali parlano di attualità e di futuro assieme ad ospiti di spicco

 

Impegnata, cooperativa e responsabile: la Mobiliare

Da ormai 190 anni la Mobiliare Svizzera Società Cooperativa si impegna per il bene della collettività. Il suo impegno sociale è sempre attraversato da una domanda: Come possiamo influire positivamente sul futuro e quali condizioni sono necessarie? Su questa base la Mobiliare sviluppa diversi progetti e collaborazioni su importanti temi ecologici, culturali e sociali. Con le domande «E SE...» la Mobiliare intende motivare il grande pubblico a contribuire in modo curioso e creativo alla costruzione di un futuro responsabile e sostenibile.

La «Locomotiva del futuro Mobiliare»: creata dai giovani

L’avvio della campagna è stato affidato a trenta giovani provenienti da tutte le regioni linguistiche della Svizzera che hanno espresso le loro visioni e i loro desideri per il futuro scrivendo e disegnando sulla locomotiva del futuro Mobiliare. È nata un’opera collettiva e viaggiante che dall’8 aprile diffonde questi messaggi in tutta la Svizzera.

I padiglioni Mobiliare «E SE» di Kerim Seiler per la festa di inaugurazione

Al posto dei classici padiglioni per eventi la Mobiliare ha predisposto due installazioni artistiche spettacolari per i propri ospiti. Su invito di Dorothea Strauss, responsabile Corporate Social Responsibility della Mobiliare, l’artista svizzero di fama internazionale Kerim Seiler (*1974) ha realizzato due enormi sculture accessibili al pubblico: a Rynächt (portale nord) i visitatori potranno trovare un’ampia zona d’incontro e per pic-nic, mentre a Pollegio (portale sud) è stato allestito un padiglione variopinto e luminoso, alto nove metri, destinato alla conversazione e allo scambio di idee, alla musica e alle letture.

La Mobiliare presenta la serie di talk filmati «E SE...»

La Mobiliare ha invitato dieci giovani registi svizzeri a ridefinire in formato del «talk» e a cimentarsi con tematiche specifiche legate al futuro. Venti ospiti di spicco provenienti da diversi ambiti professionali vengono intervistati su temi attuali e scottanti. I registi scelgono liberamente il setting, la tecnica e la messa in scena. A partire dal mese di luglio gli otto filmati verranno pubblicati sui diversi canali dei social media.

Inizia la rassegna il film maker Luc Gut di Zurigo che si confronta con la domanda: «E se il futuro è già iniziato?». Luc Gut, che lavora anche con elementi di animazione, coinvolge due futurologi di chiara fama: Karin Vey, esperta di intelligenza artificiale di IBM, e Rolf Pfeifer, pioniere della robotica.

Senza creatività non c’è innovazione

«Noi della Mobiliare siamo convinti che il contatto con l’arte e la creatività non sia solo stimolante ma che fornisca anche impulsi importanti per una cultura dell’innovazione e della discussione aperta, vivace e ispirata. L’arte stimola la riflessione, lo scambio di idee, invita ad osservare le cose da una prospettiva diversa e ad affinare il proprio senso di responsabilità», afferma Dorothea Strauss, responsabile Corporate Social Responsibility della Mobiliare. 

L’impegno sociale del Gruppo Mobiliare

La Mobiliare sostiene progetti di ricerca presso l’Università di Berna, il PF di Zurigo e il PF di Losanna. Promuove progetti di prevenzione per la protezione dai pericoli naturali in diverse regioni della Svizzera, apre nuovi spazi di dialogo fra arte e società e aiuta le imprese svizzere a sviluppare il loro spirito innovativo. Maggio informazioni su www.mobiliare.ch/impegno

Il Gruppo Mobiliare

In Svizzera, un’economia domestica su tre è assicurata presso la Mobiliare. L’assicuratore generale al 31 dicembre 2016 gestiva un volume di premi pari a 3,630 miliardi di franchi. 79 agenzie generali con un proprio servizio sinistri indipendente garantiscono la vicinanza a 1,7 milioni di clienti in circa 160 località della Svizzera. La Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni SA ha sede a Berna, mentre la Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni sulla vita SA ha sede a Nyon. Fanno parte del Gruppo anche la Mobiliare Svizzera Asset Management SA, la Protekta Assicurazione di protezione giuridica SA, la Protekta Consulenza-Rischi SA, la Mobi24 Call-Service-Center SA e la XpertCenter SA, tutte con sede a Berna, la Trianon SA con sede a Renens e la SC, SwissCaution SA con sede a Bussigny.

La Mobiliare occupa in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein 4900 collaboratori e 327 apprendisti. È la più antica società privata d’assicurazioni della Svizzera e sin dal 1826, anno della sua fondazione, ha struttura di cooperativa.