La Mobiliare accelera la propria crescita

Giovedì, 6. Aprile 2017

Con un utile consolidato di 439,5 milioni di franchi il Gruppo Mobiliare chiude l’esercizio 2016 con un risultato eccellente. La Mobiliare registra ancora una volta una crescita elevata con un aumento complessivo dell’incasso del 3,2%. Rispetto all’anno precedente il comparto finanziario ha fornito un contributo decisamente superiore al risultato.

Nel 2016 la Mobiliare ha saputo attuare con successo la propria strategia di crescita e ampliare la propria posizione sul mercato. I fattori di successo della Mobiliare sono stati ancora una volta l’eccellente posizionamento sul mercato e la rete capillare di 79 agenzie generali, che assicurano una consulenza personalizzata e vicina ai clienti in circa 160 località della Svizzera.

Risultato complessivo

Con 439,5 milioni di franchi (anno precedente 383,71 milioni di franchi) il risultato consolidato della Mobiliare è stato eccellente. L’incremento dell’utile del 14,5% è dovuto principalmente al comparto finanziario e in particolare al maggior risultato di 64,5 milioni di franchi realizzato dagli investimenti in oro. Rispetto all’esercizio precedente, è diminuito il risultato tecnico-assicurativo, soprattutto a causa dell’andamento degli affari di previdenza professionale.

Capitale proprio e bilancio

Il capitale proprio consolidato si è ridotto da 4,7891 a 4,338 miliardi di franchi. Il rendimento del capitale proprio è stato del 9,6% (anno precedente 8,2%). Per tutte le società assicurative del Gruppo i mezzi propri disponibili sono molto al di sopra di quelli richiesti dalla legge. La capacità di rischio misurata con il Test svizzero di solvibilità (SST) rileva ampie coperture sia per le singole società sia per il Gruppo. Calcolato secondo un modello interno, basato sui principi SST e approvato dalla FINMA, il coefficiente di solvibilità del Gruppo è superiore al 300%.

La somma di bilancio è aumentata a 17,944 miliardi di franchi (anno precedente 17,867 miliardi di franchi). Più del 40% di tutti gli investimenti di capitale, ovvero 7,467 miliardi di franchi (anno precedente 8,072 miliardi di franchi), è investita in titoli a reddito fisso. Dal punto di vista contabile essi sono valutati al cosiddetto «amortized cost», tranne nel caso in cui sia prevista una vendita anticipata o sussistano dubbi sulla capacità del debitore di versare gli interessi o di rimborsare il capitale investito. Gli investimenti in azioni e quote di fondi sono aumentati del 4,6%, portandosi a 3,385 miliardi di franchi (anno precedente 3,238 miliardi di franchi). Gli accantonamenti tecnici-assicurativi sono stati effettuati in modo prudenziale secondo prassi consolidata.

Ramo non-vita

La Mobiliare ha consolidato il suo forte posizionamento nel ramo non-vita in Svizzera. Ha guadagnando nuovamente 0,3 punti percentuali raggiungendo così una quota di mercato del 18,5% e ha confermato la sua posizione di leader nelle assicurazioni cose con una quota del 29,3%.

Dopo un aumento del 3,3% registrato lo scorso anno, nel 2016 i premi lordi sono aumentati del 3,1% portandosi a 2,827 miliardi di franchi (anno precedente 2,743 miliardi di franchi). A questo risultato hanno contribuito un buon andamento dei nuovi affari e una quota di uscite stabile. La Mobiliare ha perciò registrato una crescita superiore a quella del mercato non-vita (pari mediamente all’1,1%). La sinistrosità si è attestata al 61,7% aumentando di 0,1 punti percentuali rispetto all’anno precedente. Il rapporto fra oneri per i sinistri e premi è stato inferiore alla media degli ultimi dieci anni. Il risultato tecnico è aumentato da 291,12 a 295,0 milioni di franchi. Il tasso di costo è rimasto stabile al 25,8%. La «combined ratio» è aumentata leggermente dall’88,7 all’88,9%.

Più della metà della crescita registrata nel ramo non-vita è dovuta ai prodotti del segmento persone private. Nel segmento clienti aziendali il maggior contributo alla crescita è venuto dalle assicurazioni per PMI e dalle assicurazioni persone. La maggior crescita in termini percentuali è stata registrata, come nell’esercizio precedente, dalle assicurazioni di protezione giuridica.

Ramo vita

La Mobiliare ha confermato la sua posizione di leader nel settore della riassicurazione degli istituti di previdenza con una quota di mercato di circa il 30%. Ha inoltre difeso la propria posizione di leader nell’ambito delle assicurazioni rischio vita con una quota di mercato superiore al 24%. Nella previdenza privata la Mobiliare continua a concentrarsi sulle assicurazioni rischio e risparmio con premi ricorrenti. Mentre nella previdenza professionale il volume dei premi annui è stato inferiore a quello dell’anno precedente, quello degli affari con premi unici è aumentato.

I premi lordi sono aumentati del 3,6% portandosi a 802,8 milioni di franchi (anno precedente 774,8 milioni di franchi). La crescita è stata dettata principalmente dagli affari con premi ricorrenti per la previdenza privata. Con un aumento del 10,1% nei premi unici ricorrenti, la Mobiliare ha superato nettamente la crescita media del mercato, pari all’1,5%, grazie all’offerta di assicurazioni risparmio con partecipazione al rendimento trasparente. Gli affari con premi unici sono continuati a diminuire, dato il perdurare di un basso livello dei tassi d’interesse. Nella previdenza professionale il volume di premi annuali ha registrato una nuova diminuzione. Sono invece aumentati gli affari con premi unici, in virtù dell’aumento dei riscatti degli averi di vecchiaia per finanziare una rendita per supersiti in caso di decesso.

Il risultato tecnico è diminuito rispetto all’anno precedente, passando da -89,4 a -107,2 milioni di franchi. Questa diminuzione è dovuta ad un aumento delle prestazioni per i casi di decesso e invalidità nella previdenza sia privata sia professionale. Il risultato tecnico comprende già le partecipazioni alle eccedenze per gli assicurati pari a 43,7 milioni di franchi (anno precedente 59,5 milioni di franchi). Il tasso di costo per conto proprio è migliorato, portandosi al 15,5% (anno precedente 16,1%).

Comparto finanziario

L’attività legata agli investimenti registra un risultato cospicuo, pari a 373,5 milioni di franchi (anno precedente 234,9 milioni di franchi). Questo aumento del 59,0% è dovuto principalmente al risultato conseguito dagli investimenti in oro, il cui valore è aumentato di 64,5 milioni di franchi. I proventi dagli investimenti di capitale hanno raggiunto 503,4 milioni di franchi (anno precedente 429,2 milioni di franchi), e sono stati realizzati principalmente grazie ai proventi dei titoli per 192,8 milioni di franchi (anno precedente 189,4 milioni di franchi), ai proventi immobiliari per 82,6 milioni di franchi (anno precedente 78,9 milioni di franchi) e agli utili sulle vendite (prevalentemente azioni, fondi azionari e obbligazioni) per 133,2 milioni di franchi (anno precedente 119,5 milioni di franchi). I proventi derivanti dalle rivalutazioni sono stati di 54,9 milioni di franchi e quindi nettamente superiori a quelli dell’esercizio precedente (10,3 milioni di franchi). Gli oneri per investimenti di capitale pari a 106,2 milioni di franchi sono stati inferiori a quelli dell’anno precedente (190,2 milioni di franchi). Questa riduzione è dovuta principalmente ai minori ammortamenti sugli investimenti di capitale, che nell’anno in esame sono stati di 30,2 milioni di franchi (anno precedente 111,2 milioni di franchi). Sugli investimenti di capitale per un valore contabile medio di 16,200 miliardi di franchi è stato conseguito un rendimento del 2,3% (anno precedente 1,5%). La performance è stata del 2,2% (anno precedente 2,3%).

Acquisizioni e partecipazioni

Nel 2016 la Mobiliare ha acquisito diverse imprese che già oggi operano con successo con un modello di business digitale. All’inizio del 2016 ha rilevato la Trianon SA con sedi a Losanna e Zurigo. La Trianon SA è un’impresa svizzera leader nel settore delle soluzioni per la previdenza professionale e l’amministrazione del personale. Per rafforzare ulteriormente questo ramo d’attività, nel 2017 è stata acquisita anche la Treconta SA, società bernese specializzata nella gestione delle casse pensioni, con sede a Münsingen. Questa società verrà incorporata nella Trianon SA, mante­nendo un ufficio a Berna.

Nella primavera del 2016 la Mobiliare ha compiuto un altro passo verso il futuro, rilevando una partecipazione del 50% in Scout24, una società che opera interamente in ambito digitale e famosa per i propri marketplace online. Il restante 50% di Scout24 è detenuto dalla Ringier.

In autunno la Mobiliare ha portato a termine un’altra acquisizione strategica, rilevando la SwissCaution SA, con sede a Bussigny. L’impresa, fondata nel 1991, è stata la prima compagnia di assicurazioni a specializzarsi nel settore della cauzione d’affitto senza deposito bancario. Con più di 180 000 clienti, SwissCaution è il leader in Svizzera in questo settore.

Protezione dai cyber-rischi

I cyber-rischi rappresentano una minaccia crescente per la moderna società dell’informazione e per la sfera privata dei cittadini. Nell’aprile del 2017 la Mobiliare lancia il modulo «cyber-protezione», un nuovo pacchetto assicurativo e di servizi per privati dell’assicurazione economia domestica.  La nuova offerta copre i danni in caso di perdita di dati, violazioni della personalità e del diritto d’autore, uso illecito di carte di credito e conti online. Questa nuova assicurazione comprende inoltre ulteriori pre­stazioni come la possibilità di ricorrere ad una ditta specializzata per il recupero dati e per le violazioni della personalità e una soluzione per il salvataggio sicuro dei dati in collaborazione con una ditta partner.

La Mobiliare condivide nuovamente i buoni risultati conseguiti con i propri clienti

Da luglio 2016 a giugno 2017 tutti i clienti che hanno stipulato una polizza veicoli o un’assicurazione d’impresa beneficiano di una riduzione dei premi del 10%. Un importo complessivo di 155 milioni finanzierà nuovamente lo sconto del 20% che per un anno, a partire dalla metà del 2017, sarà applicato ai premi delle assicurazioni economia domestica e stabili. Negli ultimi cinque anni la Mobiliare ha ridistribuito ai propri assicurati del ramo non-vita più di 730 milioni di franchi provenienti dal fondo delle eccedenze.

Protezione contro i pericoli naturali

Da dieci anni ormai la Mobiliare sostiene progetti di ricerca e promuove misure di protezione contro i pericoli naturali in tutta la Svizzera. Alla fine di aprile la Mobiliare potrà festeggiare la sua partecipazione al 100° progetto di prevenzione. Con un importo sostanzioso la Mobiliare sostiene un progetto di protezione dalle piene nella bassa Gürbetal. L’inizio della prima fase dei lavori è previsto per il 2017. Negli ultimi decenni questa regione è stata colpita da diverse inondazioni.

Altri impegni a favore della collettività

La tradizione cooperativa della Mobiliare fin dal 1826 le impone di agire in modo sostenibile e responsabile. Come impresa finanziariamente solida e indipendente, la Mobiliare può scegliere le modalità con cui assumersi la propria responsabilità imprenditoriale e sociale e impegnarsi su più fronti conformemente ai principi della cooperativa. Il rapporto completo sulla sostenibilità, pubblicato per la terza volta, illustra come la Mobiliare si assume le proprie responsabilità. Il rapporto è parte integrante della relazione d’esercizio 2016 ed è conforme alle linee guida della Global Reporting Initiative GRI «G4 opzione Core».

Maggiori informazioni su mobilière.ch/rapportannuel

Il valore dell’anno precedente è stato rideterminato per quanto riguarda l’utile da 383,4 a 383,7 milioni di franchi e per quanto riguarda il capitale proprio da 4789,3 a 4788,8 milioni di franchi, avendo esercitato il diritto di optare per la compensazione del goodwill con il capitale proprio al posto della precedente attivazione e del previsto ammortamento.

Il valore dell’anno precedente relativo al risultato tecnico del ramo non-vita è stato rideterminato 290,9 a 291,1 milioni di franchi, avendo esercitato il diritto di optare per la compensazione del goodwill con il capitale proprio al posto della prece­dente attivazione e del previsto ammortamento.

Il Gruppo Mobiliare

In Svizzera, un’economia domestica su tre è assicurata presso la Mobiliare. L’assicuratore generale al 31 dicembre 2017 gestiva un volume di premi pari a 3,775 miliardi di franchi. 79 agenzie generali con un proprio servizio sinistri indipendente garantiscono la vicinanza a più di 2 milioni di clienti in circa 160 località della Svizzera. La Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni SA ha sede a Berna, mentre la Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni sulla vita SA ha sede a Nyon. Fanno parte del Gruppo anche la Mobiliare Svizzera Asset Management SA, la Mobiliare Svizzera Services SA, la Protekta Assicurazione di protezione giuridica SA, la Protekta Consulenza-Rischi SA, la Mobi24 Call-Service-Center SA e la XpertCenter SA, tutte con sede a Berna, la Trianon SA con sede a Renens e la SC, SwissCaution SA con sede a Bussigny.

La Mobiliare occupa in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein 5000 collaboratori e 342 apprendisti. È la più antica società privata d’assicurazioni della Svizzera e sin dal 1826, anno della sua fondazione, ha struttura di cooperativa.