La morte di Ueli Gegenschatz

Martedì, 17. Novembre 2009

Il Comitato di direzione della Mobiliare ha appreso con molto rammarico della morte di Ueli Gegenschatz. Il nostro collaboratore dell'agenzia generale Appenzello esterno è deceduto il 13 novembre 2009 all'età di 38 anni, in seguito alle gravi ferite riportate durante un lancio con il paracadute da un grattacielo, avvenuto l'11 novembre 2009 a Zurigo. Collaboratore molto apprezzato, Ueli Gegenschatz aveva una personalità fuori dal comune, un amico affidabile, un professionista motivato e molto competente nonché uno sportivo affascinante. Appassionato di «base jumping», lanci in paracadute da aerei, montagne ed edifici, praticava questo sport con massima serietà e senso di responsabilità.

Ueli Gegenschatz non era per niente uno sprovveduto. Aveva preparato con molta cura ognuno dei 1500 salti, e grazie alla sua forza di carattere sapeva rinunciare ad un lancio e scendere a piedi da una cima se riteneva di non poter evitare tutti i rischi. Ueli Gegenschatz è stato spesso invitato come esperto e commentatore. In numerose manifestazioni – anche per la Mobiliare – ha fatto scoprire la sua passione al grande pubblico con fotografie affascinanti e racconti autentici. Sebbene fosse uno sportivo famoso, con numerose presenze in tutti i media del globo, Uli non ha mai smesso di essere modesto e serio. Esprimiamo le nostre più sentite condoglianze a tutti i familiari di Ueli Gegenschatz, ai suoi amici e ai collaboratori dell'agenzia generale Appenzello esterno.