Maltempo di luglio: meno danni grazie alla prevenzione

Mercoledì, 6. Agosto 2014

La Mobiliare stima a oltre 20 milioni di franchi i danni dovuti al maltempo di luglio. Gli avvenimenti delle scorse settimane hanno confermato l'importanza della protezione contro le inondazioni.

In seguito al forte maltempo nel mese di luglio, fino ad oggi alla Mobiliare sono pervenute 2600 notifiche di sinistro, per un ammontare di oltre 15 milioni di franchi. Due terzi dei sinistri riguardano zone particolarmente colpite dal maltempo nei Cantoni di Berna (5 milioni di franchi), Lucerna (3 milioni di franchi, soprattutto Schüpfheim) e San Gallo (2,5 milioni di franchi, in particolare Altstätten). Il maggiore assicuratore cose della Svizzera stima che il danno complessivo supererà i 20 milioni di franchi.

Questo bilancio, che avrebbe potuto essere anche peggiore, dimostra come i disastrosi eventi naturali del 2005 e 2007 abbiano indotto molte località a prendere misure di prevenzione adeguate. «Le misure di protezione degli ultimi anni si sono dimostrate valide e hanno dimostrato quanto sia importante l'opera di prevenzione», dichiara Bruno Kuhn, responsabile Assicurazioni e membro del Comitato di direzione della Mobiliare. Anche la gestione delle acque tra i diversi Cantoni ha funzionato eccellentemente.

I danni della natura sono sempre eventi locali. Per questa ragione la Mobiliare si avvale sempre dei servizi sinistri decentralizzati presenti nelle sue 80 agenzie generali, che conoscono esattamente le specificità regionali e sono in grado di agire tempestivamente e con estrema flessibilità.

Burgdorf e Willisau sono stati in massima parte risparmiati

La Mobiliare è impegnata nella protezione contro le inondazioni in molte delle zone ultimamente colpite dagli eventi naturali. Là dove i progetti di prevenzione sono già stati attuati, si sono potuti evitare danni di notevole portata. Per esempio a Burgdorf, dove il progetto di protezione dalle inondazioni ha impedito che il 24 luglio la Emme causasse ingenti danni nelle zone abitate. Anche il collettore di scarico dell'Enziwigger a Willisau, un progetto cofinanziato dalla Mobiliare, il 28 luglio scorso ha mostrato ancora una volta quanto sia valido (cfr. foto in appendice).

Dopo le inondazioni del 2005, la Mobiliare, leader del mercato delle assicurazioni economia domestica e impresa, ha stanziato 30 milioni di franchi dal fondo delle eccedenze della Cooperativa a sostegno di opere di prevenzione. I progetti sostenuti fino ad oggi sono circa 70 – altri sono all'esame.


Collaborazione con l'Università di Berna

Dagli avvenimenti delle scorse settimane emerge anche l'importanza della ricerca applicata a eventi atmosferici estremi, il campo in cui è specializzato il professor Rolf Weingartner. «Sviluppiamo modelli in grado di mostrarci quali sono le zone particolarmente esposte a rischi nel bacino dell'Aare, e in questo ci basiamo sulle analisi di eventi come quelli delle scorse settimane», spiega Weingartner, professore di idrologia e condirettore del laboratorio della Mobiliare per i pericoli naturali presso l'università di Berna. Il progetto di ricerca si focalizza soprattutto sulle implicazioni pratiche di eventi come inondazioni, grandine e tempeste e contribuisce a migliorare la conoscenza e la prevenzione dei rischi legati alle forze della natura in Svizzera. Il laboratorio integra la cattedra per la ricerca sugli effetti del clima nell'area alpina presso l'università di Berna, finanziata dalla Mobiliare.

Il Gruppo Mobiliare

In Svizzera, un’economia domestica su tre è assicurata presso la Mobiliare. L’assicuratore generale al 31 dicembre 2017 gestiva un volume di premi pari a 3,775 miliardi di franchi. 79 agenzie generali con un proprio servizio sinistri indipendente garantiscono la vicinanza a più di 2 milioni di clienti in circa 160 località della Svizzera. La Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni SA ha sede a Berna, mentre la Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni sulla vita SA ha sede a Nyon. Fanno parte del Gruppo anche la Mobiliare Svizzera Asset Management SA, la Mobiliare Svizzera Services SA, la Protekta Assicurazione di protezione giuridica SA, la Protekta Consulenza-Rischi SA, la Mobi24 Call-Service-Center SA e la XpertCenter SA, tutte con sede a Berna, la Trianon SA con sede a Renens, la SC, SwissCaution SA con sede a Bussigny e bexio AG con sede a Rapperswil.

La Mobiliare occupa in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein 5000 collaboratori e 342 apprendisti. È la più antica società privata d’assicurazioni della Svizzera e sin dal 1826, anno della sua fondazione, ha struttura di cooperativa.