Nuovo impulso alla ricerca svizzera sulla grandine

Martedì, 19. Maggio 2015

I ricercatori del Laboratorio Mobiliare per i pericoli naturali e di MeteoSvizzera hanno realizzato una nuova carta sulla probabilità di grandinate in Svizzera. Le osservazioni della popolazione potranno contribuire a migliorare la ricerca.

Le grandinate sono difficilmente prevedibili. Il laboratorio Mobiliare per i pericoli naturali presso il Centro Oeschger dell’Università di Berna intende cambiare questa situazione e ha dato un nuovo slancio alla ricerca svizzera sulla grandine.

La ricerca sta dando i suoi primi frutti: in collaborazione con l’Ufficio federale di meteorologia e climatologia MeteoSvizzera è stata realizzata una carta che indica le probabilità di grandine in Svizzera. Per fare questo, è stato necessario valutare i dati radar degli ultimi 13 anni e confrontarli con i dati dei sinistri della Mobiliare. «Volevamo conoscere con quale frequenza la grandine ha provocato dei danni a terra», spiega la professoressa Olivia Romppainen, co-direttrice del Laboratorio Mobiliare. L’Emmental, le Prealpi e il Sud del Ticino sono le zone più frequentemente colpite dalle grandinate. Anche nel Giura gli eventi sono superiori alla media.

Soltanto la Mobiliare negli ultimi cinque anni ha pagato più di 260 milioni di franchi per danni provocati dalla grandine.

La popolazione collabora alla ricerca

Le previsioni continuano a rimanere un rompicapo per la ricerca. «Cerchiamo di scoprire dove si formano le cellule di grandine, come si spostano e dove si dissolvono. E quali sono i processi nell’atmosfera che scatenano questi fenomeni», afferma Olivia Romppainen. Nel lungo periodo queste conoscenze dovrebbero contribuire a migliorare le previsioni sulle grandinate.

Poiché la grandine può essere difficilmente rilevata da sensori a terra e la rete di misurazione automatica con appositi hotspot è in corso di realizzazione, i ricercatori sperimentano nuovi metodi e coinvolgono la popolazione: fin da subito i cittadini possono segnalare la presenza di grandine mediante l’app per smartphone della Mobiliare e quindi contribuire alla ricerca.

Progetto pilota per un’allerta grandine

In estate il Laboratorio Mobiliare e MeteoSvizzera avviano un progetto pilota per un’allerta grandine. Allo studio partecipano diverse centinaia di persone che riceveranno un avviso per SMS, poco prima di una grandinata prevista. I soggetti segnaleranno successivamente se la grandine è effettivamente caduta, consentendo ai ricercatori di verificare la qualità dell’allerta.

Contatti

Laboratorio Mobiliare per i pericoli naturali: Jürg Thalmann, media@mobiliare.ch, 031 389 88 44
MeteoSvizzera: Barbara Galliker, media@meteoswiss.ch, 058 460 97 00

Più informazioni sulla Mobiliare