Nuovo nome: Providentia diventa Mobiliare

Venerdì, 24. Giugno 2005

A partire dal 24 giugno 2005, le società d'assicurazioni vita e non-vita del Gruppo Mobiliare si presenteranno sul mercato con un marchio unico e comune. Providentia, finora la ragione sociale dell'assicuratore vita del Gruppo, è stata rinominata in Mobiliare Svizzera
Società d’assicurazioni sulla vita.

La Mobiliare è un’entità ben nota tra le società svizzere d’assicurazioni: un’economia domestica
su tre e oltre 1,3 milioni di clienti sono assicurati presso la Mobiliare. È giunto il momento di far
beneficiare anche la società d’assicurazioni vita della notorietà della Mobiliare. Dal 24 giugno
2005, le società d’assicurazioni vita e non-vita del Gruppo si presenteranno con il marchio
Mobiliare (Assicurazioni & previdenza).

Urs Berger, CEO della Mobiliare: «Per un prestatore di servizi come un’assicurazione, il marchio è un fattore determinante per il successo della propria attività. Perché è l’unica cosa che si vede in continuazione. La Mobiliare è stato il primo marchio assicurativo della Svizzera (1826) e nei sondaggi per l’accertamento del grado di notorietà occupa regolarmente la posizione di testa. Riteniamo perciò che anche i nostri prodotti assicurativi potranno trarne un indubbio vantaggio.» Daniel Loup, responsabile del settore Previdenza: «Potersi presentare sotto un unico marchio è un’opportunità: da un lato la Mobiliare consolida così il suo nome di assicuratore generale, dall’altro lato la previdenza beneficia della notorietà e della prestigiosa immagine della Mobiliare.»

Tradizionalmente collegate

Il 24 giugno 2005, la società d’assicurazioni sulla vita Providentia cambia la sua ragione sociale e in futuro si chiamerà Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni sulla vita. Da questo momento in poi entrambe le società del Gruppo si presenteranno con il marchio Mobiliare. Fin dalla sua costituzione nel 1946, la Mobiliare è stata la «madrina» della Providentia Società Svizzera di Assicurazioni sulla vita, l’ha assorbita completamente agli inizi degli anni novanta e integrata successivamente nel Gruppo. Negli anni quaranta la Providentia ha assunto, grazie alle sue prestazioni d’avanguardia e al lancio delle assicurazioni di rischio sulla vita, un profilo ben definito a livello nazionale. Ancora oggi è di gran lunga il leader di mercato nelle assicurazioni di rischio in caso di decesso per privati ed ha in questo settore una quota di mercato del 18,4%. L’impresa è inoltre da tempo un solido partner della clientela commerciale ed è molto nota in questo mercato di nicchia. Dopo la cessione a terzi dell’attività delle fondazioni collettive, oggi la riassicurazione di istituti di previdenza è diventata un pilastro reddituale nell’ambito della previdenza professionale, con cui si è raggiunta in Svizzera una quota di mercato del 35%.

Nessun cambiamento per clienti e collaboratori

Nonostante il marchio uguale, l’attività vita e non-vita del Gruppo Mobiliare viene gestita in due imprese separate – in conformità a quanto previsto dalla Legge sulla sorveglianza degli assicuratori. La legge regola questa materia in particolare a causa delle diverse prescrizioni riguardanti la tenuta della contabilità e gli accantonamenti. La Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni sulla vita rimane nella sua consueta sede di Nyon (VD), dove lavorano circa 300 collaboratori. I prodotti per clienti privati sono già presenti sul mercato dal 1998 con il nome MobiLife; i prodotti riassicurativi vengono ora anch’essi conformemente adeguati. La vendita di assicurazioni sulla vita per privati avviene per il 50% tramite le agenzie generali del Gruppo Mobiliare, per il 36% tramite partner bancari e per il restante 14% tramite intermediari. Nell’attività di riassicurazione della clientela commerciale, gli intermediari svolgono, con la loro quota del 58% circa delle vendite, un ruolo importante, mentre i partner e i propri consulenti specializzati per le imprese si dividono a metà la restante quota di vendita. Con l’adeguamento del marchio non interviene alcun cambiamento nel management, nella struttura organizzativa e nell’intera rete di vendita: i clienti potranno continuare a contare sull’abituale assistenza e sui loro tradizionali interlocutori.