Più donne nel Consiglio d'amministrazione

Venerdì, 17. Maggio 2013

Assemblea dei delegati della Mobiliare Svizzera Società Cooperativa

L'Assemblea dei delegati della Mobiliare ha eletto nel Consiglio d'amministrazione della Cooperativa Gina Domanig-Pascale, Jacqueline Fehr, Irene Kaufmann-Brändli e Stefan Mäder. Ora la presenza femminile in questo organo è del 27 per cento.

Nella composizione del Consiglio d'amministrazione della Cooperativa, formato da 26 persone, la Mobiliare tiene conto di personalità, capacità, attività attuale ed esperienza dei singoli componenti. «Con i nuovi membri abbiamo diversificato notevolmente la composizione dell'organo, integrando ulteriori esperienze e visioni a beneficio della Mobiliare», afferma Urs Berger, presidente del Consiglio d'amministrazione.

Nell'assemblea del 17 maggio 2013 a Berna i delegati hanno eletto i seguenti quattro nuovi membri del Consiglio d'amministrazione della Mobiliare Svizzera Società Cooperativa:

Gina Domanig-Pascale (50, Uetikon am See), fondatrice e managing partner della Emerald Technology Ventures di Zurigo. Vanta 25 anni di esperienza internazionale anche nel settore bancario e nello sviluppo strategico. 

Jacqueline Fehr (49, Winterthur), titolare di atelier politique, consigliera nazionale PS dal 1998. Vanta un'enorme esperienza politica a livello di Comune, Cantone e Confederazione.  

Irene Kaufmann-Brändli (57, Zurigo), Dr. oec. publ., vicepresidente della cooperativa Coop. Presenta una pluriennale esperienza in materia di revisione e consulenza di imprese private e conosce bene il settore delle cooperative. 

Stefan Mäder (50, Zurigo), Dr. oec. publ., CFO e membro della direzione del gruppo della SIX Group Services SA. Ha lavorato per 14 anni alla Zurich, da ultimo in qualità di CEO Europe e membro della direzione della Zurich Europe General Insurance.

Assieme a Dora Andres, ex consigliera di Stato del Cantone Berna e imprenditrice, Susy Brüschweiler, presidente della Fondazione SV, Leana Isler, Dr. iur. e giudice del tribunale amministrativo di Zurigo e Leana Isler, Dr. oec. HSG e managing partner presso BHP – Brugger und Partner SA, nel Consiglio d'amministrazione della Cooperativa siedono ora sette donne. Pertanto la presenza femminile in questo organo è salita al 27 per cento.

Il nuovo vicepresidente è Rudolf Stämpfli (57, Berna), Dr. oec. HSG e contitolare della casa editrice omonima. Sostituisce Richard Burger che si è ritirato.

Il Consiglio d'amministrazione della Cooperativa assicura l'orientamento cooperativo della Mobiliare e il suo posizionamento. Il Consiglio d'amministrazione della holding, formato da sette persone, definisce la strategia e la struttura organizzativa del Gruppo.

Il Gruppo Mobiliare

In Svizzera, un’economia domestica su tre è assicurata presso la Mobiliare. L’assicuratore generale al 31 dicembre 2017 gestiva un volume di premi pari a 3,775 miliardi di franchi. 79 agenzie generali con un proprio servizio sinistri indipendente garantiscono la vicinanza a più di 2 milioni di clienti in circa 160 località della Svizzera. La Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni SA ha sede a Berna, mentre la Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni sulla vita SA ha sede a Nyon. Fanno parte del Gruppo anche la Mobiliare Svizzera Asset Management SA, la Mobiliare Svizzera Services SA, la Protekta Assicurazione di protezione giuridica SA, la Protekta Consulenza-Rischi SA, la Mobi24 Call-Service-Center SA e la XpertCenter SA, tutte con sede a Berna, la Trianon SA con sede a Renens, la SC, SwissCaution SA con sede a Bussigny e bexio AG con sede a Rapperswil.

La Mobiliare occupa in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein 5000 collaboratori e 342 apprendisti. È la più antica società privata d’assicurazioni della Svizzera e sin dal 1826, anno della sua fondazione, ha struttura di cooperativa.