Prosegue l’ottima collaborazione tra la Mobiliare e il Locarno Festival

Martedì, 21. Agosto 2018

155 700 spettatrici e spettatori, 293 film proiettati di cui 18 all’aperto, 11 giorni di festival e discorsi stimolanti. Per la Mobiliare l’evento si chiude con un bilancio positivo, confermando la proficua collaborazione e una partnership consolidata con il Locarno Festival.

Nel quadro del suo impegno sociale la Mobiliare è stata per la seconda volta partner principale del rinomato festival cinematografico ticinese. Al termine di questa 71esima edizione il bilancio del Locarno Festival non può che definirsi positivo.

«Il Locarno Festival rappresenta un luogo d’incontro che ispira le persone, un posto unico e inconfondibile. Insieme alla direzione artistica del management del festival percorriamo strade finora inesplorate collegando cultura ed economia in modo assolutamente innovativo», ha dichiarato Dorothea Strauss, responsabile Corporate Social Responsibility della Mobiliare e responsabile del partenariato con il Locarno Festival.

Il «Locarno Garden la Mobiliare» nel Parco Balli e i «Locarno Talks la Mobiliare» nello Spazio Cinema, entrambi apprezzati dai visitatori e delle visitatrici, si sono confermati per il secondo anno della collaborazione come due punti di riferimento nel contesto del festival capaci di attirare un pubblico numeroso.

Sviluppata insieme ai responsabili del festival, la serie di discorsi «Locarno Talks la Mobiliare», cui hanno preso parte alcuni noti pensatori del nostro tempo, è stata nuovamente accolta con grande entusiasmo. I discorsi sono stati moderati da Michelle Nicol (agenzia Neutral) e da Finn Canonica (caporedattore di Das Magazin). Gli ospiti di quest’anno sono stati le artiste Narcissister e Sarah Meyohas, l’esperto di intelligenza artificiale Jürgen Schmidhuber e il fotografo delle star Juergen Teller. Nello Spazio Cinema questi ospiti di prim’ordine hanno potuto offrire alla vasta platea presente uno spaccato dei loro pensieri, delle loro visioni e idee.

Il motto dei discorsi «NOW – the best place to change the future» mette l’accento sull’impegno sociale e culturale della Mobiliare in Svizzera, sostenibile e orientato al futuro.

«Per l’innovazione della società e l’adeguatezza al futuro servono a tutti uno spirito attento e curioso. Lo scambio tra diverse discipline sensibilizza e promuove questa attenzione», ha concluso Dorothea Strauss.

«Locarno Garden la Mobiliare»: il punto d’incontro

Anche quest’estate il «Locarno Garden la Mobiliare» è stato il punto d’incontro prima e dopo le serate di cinema, le interviste, le cene o le proiezioni in Piazza Grande, dove si sono riuniti nel corso delle undici giornate del festival non solo rappresentanti della scena creativa e cinematografica svizzera, ma anche importanti personalità dal mondo dell’economia, della ricerca e dell’industria. Con un po’ di fortuna tra gli ospiti c’era spesso modo di intravedere una celebrità, come il regista Michael Steiner, o addirittura il presidente della Confederazione Alain Berset in persona, in un contesto privato e rilassato, che si godeva visibilmente la discrezione del posto e degli ospiti.

Il Direttore operativo, Raphaël Brunschwig, e il Direttore artistico uscente Carlo Chatrian del Locarno Festival, hanno tenuto un discorso il 7 agosto all’«Aperitivo Mobiliare», dove circa 50 ospiti e operatori dei media hanno potuto conversare in un’atmosfera familiare e rilassata con i responsabili della Mobiliare e del Locarno Festival.

Qualunque fosse lo spirito della discussione, rilassato o concitato, tutti al Locarno Garden la Mobiliare si sono goduti la magica atmosfera che solo il festival del film in questa città sul Lago Maggiore può offrire. Il collettivo di artisti «Turba» di Lugano ha arricchito le serate del festival con una solida line-up di DJ e band nello spettacolare What-If- Pavilion creato dall’artista svizzero Kerim Seiler.

Dopo l’apprezzato NOW appuntamento ad agosto 2019

Il premio principale del 71° Locarno Festival, il Pardo d’oro, è stato vinto dal film A Land Imagined del regista singaporiano Yeo Siew Hua. Dopo la consegna del Pardo d’oro il Direttore operativo Raphaël Brunschwig ha espresso la sua grande soddisfazione per l’edizione appena conclusa. Anche la Mobiliare è lieta della fruttuosa collaborazione con il festival e Dorothea Strauss aggiunge: «L’organizzazione della 72esima edizione inizia già oggi. Non vediamo l’ora di arricchire i visitatori del prossimo anno con buone idee, eventi divertenti e il nostro impegno per il festival!» La prossima edizione si terrà dal 7 al 17 agosto 2019.

mobiliare.ch/locarnofestival

Contatto

Domande: media@mobiliar.ch, 031 389 88 44.

#locarnogarden #locarnotalks #lamobiliare #diemobiliar #lamobiliere #ese #now #nowthebestplacetochangethefuture #locarno71 #kerimseiler