Una crescita inarrestabile per la Mobiliare nel primo semestre 2018

Giovedì, 13. Settembre 2018

Il trend di crescita della Mobiliare prosegue a gonfie vele. Per accelerare la digitalizzazione e garantire una crescita superiore a quella del mercato anche negli anni a venire, la Mobiliare investe ulteriori 250 milioni di franchi. Nel primo semestre la raccolta premi è aumentata dell’1,4%. Nel ramo non-vita l’incremento pari al 4,6% ha addirittura superato quello dell’anno precedente. Anche in questo semestre la crescita registrata è stata nettamente superiore a quella del mercato assicurativo. Nel ramo vita la raccolta premi nella previdenza privata ha registrato un andamento positivo. Nella previdenza professionale, invece, l’incasso è stato sensibilmente inferiore a quello dell’anno precedente.

Nel primo semestre il Gruppo Mobiliare registra un utile consolidato di 264,7 milioni di franchi (anno precedente 258,3 milioni di franchi). Il risultato del ramo non-vita al netto delle imposte ammonta a 242,1 milioni di franchi (anno precedente 233,6 milioni di franchi), quello del ramo vita è pari a 22,7 milioni di franchi (anno precedente 24,7 milioni di franchi). Il risultato finanziario ha contribuito per complessivi 200,6 milioni di franchi (anno precedente 217,3 milioni). Il rendimento degli investimenti in capitale è stato dell’1,2% (anno precedente 1,3%).

Alla fine di giugno 2018 la raccolta premi del Gruppo Mobiliare ammonta a 2,648 miliardi di franchi, di cui 2,162 miliardi provenienti dal ramo non-vita e 485,7 milioni generati dal ramo vita.

Il capitale proprio consolidato rispetto alla fine del 2017 è diminuito di 45,1 milioni di franchi, portandosi a 4,790 miliardi di franchi. Mentre il risultato semestrale ha avuto un impatto positivo sul capitale proprio, questa diminuzione netta è dovuta all’impiego degli utili, in particolare il trasferimento di 190 milioni di franchi al fondo delle eccedenze della Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni SA per la futura concessione di agevolazioni sui premi degli assicurati, e alla riduzione delle riserve di rivalutazione.

La Mobiliare condivide con i clienti i buoni risultati conseguiti

«Sono lieto che nel primo semestre 2018 abbiamo potuto registrare nuovamente una crescita superiore a quella dei mercati», afferma il CEO Markus Hongler. «Rimaniamo fedeli ai nostri valori di base cooperativi e ricompensiamo ancora una volta i nostri assicurati per la fiducia e la fedeltà nei confronti della Mobiliare. Dalla metà del 2018 ne approfittano gli automobilisti e le PMI, perché per la durata di un anno le fatture dei premi delle assicurazioni veicoli e imprese sono scontate del 10%. In questo modo circa 160 milioni di franchi tornano ai nostri clienti.»

Ramo non vita: superata nuovamente la crescita dell’anno precedente

L’andamento dei premi nel primo semestre 2018 nel ramo non-vita, con un incremento del 4,6% (valore comparabile dell’anno precedente 4,2%) e una raccolta di 2,162 miliardi di franchi, conferma che la Mobiliare ha ulteriormente consolidato la sua forte posizione sul mercato assicurativo. Ancora una volta è stata ampiamente superata la crescita media del mercato, pari all’1,6%. Come nell’anno precedente, i nuovi affari conclusi rappresentano il motore principale della crescita. Nei primi sei mesi dell’esercizio precedente la Mobiliare registrava una crescita complessiva del 6,3%. Questo risultato comprendeva tuttavia per un terzo il settore delle cauzioni d’affitto della SC, SwissCaution SA, rilevata nell’autunno 2016.

Tutti i settori d’attività strategici hanno fornito un contributo alla crescita del volume di premi. Nel segmento privati in particolare il tasso di crescita delle assicurazioni per le economie domestiche è stato superiore a quello dell’anno precedente. Le assicurazioni protezione giuridica e cauzione d’affitto hanno avuto un andamento simile a quello dell’anno precedente. La crescita nelle assicurazioni veicoli a motore è rallentata a causa della forte concorrenza nel settore della mobilità. Nel settore dei clienti aziendali una quota sostanziale della crescita è dovuta alle assicurazioni di persone. Gli affari relativi alle medie e grandi imprese hanno registrato un tendenziale aumento. Seppure in un contesto altamente competitivo, la crescita delle assicurazioni d’impresa per PMI è rimasta sensibilmente superiore alla crescita media del mercato ed è soltanto leggermente inferiore a quella dell’anno precedente.

Il tasso di costo è aumentato dal 24,8 al 25,7% a causa dei maggiori oneri amministrativi. La «combined ratio» è aumentata leggermente dall’89,7 all’89,9%. Rispetto all'esercizio precedente il risultato tecnico è stato leggermente superiore.

Ramo vita: forte crescita nella previdenza privata

La raccolta premi nel ramo vita è diminuita del 10,7% rispetto all’anno precedente a causa dell’andamento della previdenza professionale e si è attestata a 485,7 milioni di franchi.

Nella previdenza privata si è invece registrata una forte crescita del 10,4%, in particolare grazie ai due nuovi prodotti per la previdenza lanciati nell’autunno del 2017. Con l’«assicurazione risparmio evolutiva» gli assicurati possono scegliere in modo flessibile, non solo durante la stipula ma anche nel corso della durata contrattuale, fra garanzia e quote di fondi. Con il «piano di versamento» la Mobiliare offre una soluzione previdenziale senza copertura biometrica e senza esame medico destinata a coprire le esigenze finanziarie dopo la pensione. Negli affari con premi annuali nel primo semestre è stata con­seguita una crescita del 4,3%, superando nettamente la crescita del mercato (-0,2%). Il volume di premi delle assicurazioni rischio è rimasto quasi ai livelli dell’anno precedente.

Come previsto, nella previdenza professionale gli affari con premi annuali sono stati inferiori rispetto all’anno precedente. Questo rallentamento è dovuto soprattutto al fatto che attualmente più della metà dei premi annuali è calcolata al netto poiché comprende già la partecipazione alle eccedenze. Pertanto i premi risultano inferiori. Il volume dei premi unici si è fortemente contratto a causa delle minori acquisizioni di rendite d’invalidità e della diminuzione dei riscatti di rendite di vecchiaia rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Nella previdenza privata la Mobiliare continua a concentrarsi sugli affari con premi periodici, nello sviluppo di nuovi prodotti innovativi e nel consolidamento della sua posizione di leader nel ramo rischio vita. Per quanto riguarda la previdenza professionale, la Mobiliare intende mantenere il suo forte posizionamento nel settore della riassicurazione degli istituti di previdenza.

Nei primi sei mesi le prestazioni per caso di decesso nella previdenza privata e professionale sono diminuite. Sono invece aumentati gli oneri per invalidità sia nel segmento privati sia in quello delle persone collettive. Sia la previdenza privata che quella professionale hanno contribuito a migliorare il risultato tecnico per 31,2 milioni di franchi. Il tasso di costo è salito dal 14,3 al 16,9%.

Risultato degli investimenti: mercati finanziari pervasi da incertezze politiche

I timori legati ad un conflitto commerciale e i dati relativi all’inflazione hanno creato tensioni sui mercati azionari e hanno determinato una performance leggermente negativa dei valori reali. Anche il rendi­mento dei valori nominali è stato quasi nullo a causa dell’aumento dei tassi d’interesse. Inoltre, l’oro è diminuito rispetto all’anno precedente. In questo contesto difficile il risultato finanziario della Mobiliare nel primo semestre 2018 è stato positivo e ha contribuito al risultato semestrale con un importo di 200,6 milioni di franchi (anno precedente 217,3 milioni di franchi). A questo risultato hanno contribuito principalmente i proventi degli immobili e dei valori nominali nonché il versamento di dividendi e le plusvalenze (in particolare su azioni e fondi azionari). La sostanza fissa è aumentata del 2,3% portandosi a 18,680 miliardi di franchi. Il rendimento degli investimenti in capitale ad un valore contabile medio è stato dell’1,2% La performance1 è stata del -0,26% (anno precedente 1,7%).

La Mobiliare investe fortemente nelle nuove tecnologie

Da oltre dieci anni la Mobiliare registra una crescita superiore a quella media del mercato. Per garantire una crescita sostenuta anche in futuro e accelerare i processi di digitalizzazione, nei prossimi cinque anni la Mobiliare investe ulteriori 250 milioni di franchi. In questo modo potrà accelerare lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi competitivi e sostituire i sistemi obsoleti. A tal fine saranno creati 150 posti di lavoro a tempo pieno entro la fine del 2019. La Mobiliare offre perciò nuove e interessanti opportunità di carriera a sviluppatori software, specialisti di dati e Business Analyst in tutta la Svizzera.

Il Gruppo Mobiliare

In Svizzera, un’economia domestica su tre è assicurata presso la Mobiliare. L’assicuratore generale al 31 dicembre 2017 gestiva un volume di premi pari a 3,775 miliardi di franchi. 79 agenzie generali con un proprio servizio sinistri indipendente garantiscono la vicinanza a più di 2 milioni di clienti in circa 160 località della Svizzera. La Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni SA ha sede a Berna, mentre la Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni sulla vita SA ha sede a Nyon. Fanno parte del Gruppo anche la Mobiliare Svizzera Asset Management SA, la Mobiliare Svizzera Services SA, la Protekta Assicurazione di protezione giuridica SA, la Protekta Consulenza-Rischi SA, la Mobi24 Call-Service-Center SA e la XpertCenter SA, tutte con sede a Berna, la Trianon SA con sede a Renens, la SC, SwissCaution SA con sede a Bussigny e bexio AG con sede a Rapperswil.

La Mobiliare occupa in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein 5000 collaboratori e 342 apprendisti. È la più antica società privata d’assicurazioni della Svizzera e sin dal 1826, anno della sua fondazione, ha struttura di cooperativa.