mobi__icon--right Created with Sketch.

la Mobiliare

Una crescita sostenuta e redditizia per la Mobiliare nel primo semestre 2019

Nel primo semestre 2019 la Mobiliare ha proseguito con determinazione il proprio percorso di crescita. Con un aumento del volume di premi del 4,0%, il Gruppo operante su base cooperativa ha saputo consolidare ulteriormente la propria posizione sul mercato. La crescita nel ramo non-vita è stata nuovamente superiore a quella del mercato di riferimento. La raccolta premi è aumentata anche nel ramo vita. Sul risultato degli investimenti ha influito positivamente il buon andamento dei mercati finanziari.

Nel primo semestre il Gruppo Mobiliare registra un utile consolidato di 293,3 milioni di franchi (anno precedente 264,7 milioni di franchi). Il risultato del ramo non-vita al netto delle imposte ammonta a 267,2 milioni di franchi (anno precedente 242,1 milioni di franchi), mentre quello del ramo vita è pari a 26,1 milioni di franchi (anno precedente 22,7 milioni di franchi). Il risultato finanziario ha contribuito per complessivi 234,8 milioni di franchi (anno precedente 200,6 milioni di franchi). Il rendimento degli investimenti in capitale è stato dell’1,3% (anno precedente 1,2%).

Alla fine di giugno 2019 la raccolta premi del Gruppo Mobiliare ammontava a 2,755 miliardi di franchi (anno precedente 2,648 miliardi di franchi), di cui 2,263 miliardi provenienti dal ramo non-vita e 491,4 milioni generati dal ramo vita.

Il capitale proprio consolidato rispetto alla fine del 2018 è aumentato di 336,1 milioni di franchi, portandosi a 5,116 miliardi di franchi. L’incremento netto è dovuto principalmente al risultato semestrale e alle maggiori riserve di rivalutazione rispetto all’esercizio precedente. Invece, l’impiego degli utili, in particolare il trasferimento di 180 milioni di franchi al fondo delle eccedenze della Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni SA per la futura concessione di agevolazioni sui premi degli assicurati, ha un effetto riducente sul capitale proprio.

La Mobiliare condivide con i propri clienti i buoni risultati conseguiti

«Sono molto lieto che anche nel primo semestre del 2019 abbiamo ottenuto un ottimo risultato e siamo riusciti a rafforzare ulteriormente la nostra posizione sul mercato», afferma il CEO Markus Hongler. «La nostra crescita incessante è dovuta principalmente ai nostri numerosi clienti che ci raccomandano ad altri. Come ringraziamo per la loro fiducia e fedeltà, condividiamo con loro i successi dell’impresa. Un importo complessivo di circa 160 milioni finanzia lo sconto del 20% che per un anno, a partire dalla metà del 2019, viene applicato ai premi delle assicurazioni economia domestica e stabili».

Ramo non-vita: superata nuovamente la crescita dell’anno precedente

Nel ramo non-vita la Mobiliare procede a gonfie vele. La crescita è stata addirittura leggermente superiore a quella dello stesso periodo dell’anno precedente. Nel primo semestre 2019 la raccolta premi è aumentata complessivamente del 4,7% portandosi a 2,263 miliardi di franchi. Con un aumento del 4,4% negli affari diretti, la Mobiliare ha superato ancora una volta la crescita del mercato di riferimento (2,4%), consolidando la sua buona posizione sul mercato. Come nell’anno precedente, i nuovi affari conclusi rappresentano il motore principale della crescita.

Tutti i settori d’attività strategici hanno contribuito all’aumento della raccolta premi. Nel segmento privati la crescita maggiore è stata registrata dalle assicurazioni di protezione giuridica, seguite dal settore delle cauzioni d’affitto. Nel settore veicoli a motore, che continua ad essere soggetto ad una forte concorrenza, la crescita è stata del 2,2%. Per quanto riguarda i clienti aziendali, le assicurazioni di persone sono quelle che hanno contribuito maggiormente alla crescita. Inoltre, anche il comparto delle medie e grandi imprese come anche le assicurazioni per PMI hanno fatto registrare una crescita soddisfacente.

Il tasso di costo è salito dal 25,7% al 26,5% rispetto all’anno precedente, soprattutto a causa dei maggiori oneri legati alla trasformazione digitale della Mobiliare, iniziativa avviata un anno fa. Grazie ad una sini­strosità inferiore alla media e anche all’anno precedente, nei primi sei mesi dell’anno il risultato tecnico è passato da 143,4 a 151,8 milioni di franchi. La combined ratio è migliorata passando dall’89,9% all’89,7%.

Ramo vita: continua la forte crescita nella previdenza privata

Nel ramo vita il volume di premi è aumentato complessivamente dell’1,2% raggiungendo i 491,4 milioni di franchi.

Nella previdenza privata la raccolta è aumentata complessivamente del 6,5%, soprattutto grazie alla nuova «assicurazione risparmio evolutiva» lanciata dalla Mobiliare due anni fa. Negli ultimi mesi, oltre al prodotto previdenziale dedicato agli adulti, è aumentata in particolare anche la richiesta di assicurazioni risparmio per bambini, introdotte lo scorso autunno. Nel primo semestre 2019 gli affari con premi annuali hanno registrato una crescita del 5,7%, superando ampiamente la crescita media del mercato, pari allo 0,1%. Anche il volume di premi unici è aumentato rispetto all’anno precedente. L’incasso delle assicurazioni rischio è leggermente aumentato su base annua.

Nella previdenza professionale gli affari con premi annuali sono rimasti ai livelli dell’anno precedente. Il volume dei premi unici è stato inferiore a causa dei riscatti retroattivi di rendite di vecchiaia. I clienti della Mobiliare che sulla base dei propri contratti sono soggetti alla quota minima hanno ricevuto, entro la fine di giugno 2019, un versamento di circa 3 milioni di franchi dal fondo delle eccedenze.

Nella previdenza privata la Mobiliare continua a concentrarsi sugli affari con premi periodici, sull’ampliamento della gamma di prodotti risparmio e sul mantenimento della propria posizione di leader nel ramo rischio vita. Nella previdenza professionale la Mobiliare intende consolidare la propria posizione di leader nelle soluzioni per la riassicurazione di istituti di previdenza.

Nei primi sei mesi le prestazioni per caso di decesso nella previdenza privata e professionale sono diminuite. Nel segmento privati gli oneri per invalidità sono leggermente aumentati, mentre negli affari collettivi sono diminuiti. Il tasso di costo è migliorato grazie ai maggiori premi annuali nella previdenza privata e ai minori costi d’esercizio nella previdenza privata e professionale, passando dal 16,9% al 15,4%. A causa del persistere di tassi d'interesse bassi, la Mobiliare ha aumentato le proprie riserve per interessi. Pertanto, rispetto all’anno precedente il risultato tecnico è risultato inferiore.

Risultato degli investimenti: mercati finanziari in volata nonostante le deboli prospettive economiche

Dopo la brusca correzione dei mercati azionari a fine dicembre, all’inizio dell’anno in corso l’atmosfera sui mercati finanziari globali si è rapidamente rasserenata. Tuttavia, il fattore decisivo alla base della forte tendenza al rialzo non è stato il miglioramento dello sviluppo economico globale, ma soprattutto la decisione della Fed di abbandonare la sua politica monetaria più restrittiva. Il basso livello dei tassi d’interesse, unito ad una crescita economica moderata e una bassa pressione inflazionistica, ha sostenuto gli investimenti in beni reali come le azioni e l’oro. In questo contesto il risultato finanziario della Mobiliare nel primo semestre 2019 è stato positivo e ha contribuito al risultato semestrale con un importo di 234,8 milioni di franchi (anno precedente 200,6 milioni di franchi), soprattutto grazie a maggiori rivalutazioni e a maggiori plusvalenze realizzate su cessioni. L’aumento delle quotazioni delle azioni e dell’oro ha inciso, in base ai principi contabili Swiss GAAP FER, principalmente sulle riserve di rivalutazione del capitale proprio e solo in misura minore sulle rivalutazioni rilevanti ai fini del risultato. La sostanza fissa è aumentata rispetto al 31 dicembre 2018 del 6,2% portandosi a 19,418 miliardi di franchi. Il rendimento degli investimenti di capitale a un valore contabile medio è stato dell’1,3% (anno precedente 1,2%). La performance1 ha raggiunto il +4,8% (anno precedente -0,3%).

La Mobiliare verso la trasformazione digitale

L'iniziativa lanciata un anno fa per garantire una futura crescita superiore a quella del mercato e accelerare la trasformazione digitale del core business, sostenuta con investimenti aggiuntivi per 250 milioni di franchi su un periodo di cinque anni, sta procedendo secondo i piani. Anche l’assunzione di nuovi dipendenti avviata in questo contesto ha avuto successo. Dei 150 nuovi posti di lavoro a tempo pieno nei settori sviluppo software e analisi del business e dei dati circa il 90% è già stato occupato.

Il Gruppo Mobiliare

In Svizzera, un’economia domestica su tre e un’impresa su tre sono assicurate presso la Mobiliare. L’assicuratore generale al 31 dicembre 2019 gestiva un volume di premi pari a 3,951 miliardi di franchi. 79 agenzie generali con un proprio servizio sinistri indipendente garantiscono la vicinanza a più di 2,1 milioni di clienti in circa 160 località. Il gruppo assicurativo riunito sotto l’egida della Mobiliare Svizzera Holding SA comprende la Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni SA con sede a Berna, la Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni sulla vita SA con sede a Nyon, la Mobiliare Svizzera Asset Management SA, la Protekta Assicurazione di protezione giuridica SA, la Mobiliare Svizzera Services SA, tutte con sede a Berna, nonché la Trianon SA con sede a Renens, la SC, SwissCaution SA con sede a Nyon e la bexio SA con sede a Rapperswil. Fanno inoltre parte del Gruppo la Protekta Consulenza-Rischi SA, la Mobi24 Call-Service-Center SA, la XpertCenter SA e aroov AG, tutte con  sede a Berna, nonché la Companjon (ANAVON DAC) con sede a Dublino/Irlanda. 
 
La Mobiliare impiega in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein circa 5700 collaboratori e 341 apprendisti. Fondata nel 1826 come cooperativa, la Mobiliare è la più antica società privata d’assicurazioni della Svizzera.  Il Consiglio di amministrazione della Mobiliare Svizzera Società Cooperativa ha garantito fino ad oggi il rispetto degli ideali cooperativi del Gruppo