Cyrill Blülle: Flessibile e mobile grazie ai pochi possedimenti

Cyrill Blülle intraprende una nuova carriera già a 25 anni. Per restare flessibile, il doganiere alle prime armi vive con poche cose in un piccolo alloggio.

Cyrill Blülle davanti alla sua piccola casa in affitto. 

L’arredamento è minimalista: nessun quadro o fotografia ai muri, nessun tappeto sul pavimento, pochissimi mobili. A captare lo sguardo c’è solo un orologio nero da parete grande più di due metri nell’entrata. «Cerco di avere solo ciò che mi serve veramente», commenta Cyrill Blülle sul suo arredamento.

Il 25enne è tecnico alimentarista diplomato. Dopo i tre anni di formazione, Cyrill Blülle fa il militare in ferma continuata come sottufficiale di salvataggio. Due anni dopo termina la sua formazione nel commercio al dettaglio e ottiene contemporaneamente il diploma commerciale superiore. Tuttavia, il giovane non vede il proprio futuro in questo settore.

Da sostituto responsabile di mercato a specialista doganale

Tanto da imparare per delle nuove opportunità. A inizio agosto l’argoviese, fino ad allora sostituto responsabile di mercato presso la Migros Fislisbach (AG), opta per un nuovo orientamento professionale. Cyrill Blülle spera di aprirsi nuove possibilità di carriera e inizia una formazione professionale come specialista doganale. «Questo nuovo orientamento non è esente da ostacoli, lo so. Le materie da studiare sono molte.»

La formazione inizia con 7 settimane di scuola a Liestal (BL), su un totale di 31. Segue la parte pratica presso l’ufficio doganale di St. Jakob, dove Cyrill Blülle rimarrà per 73 settimane. La sua funzione consiste nel controllare la merce che entra in Svizzera. Verifica che le merci importate siano dichiarate correttamente e applica le rispettive tasse.

Poiché nell’Amministrazione federale delle dogane è in corso un programma di trasformazione, non è chiaro come cambierà la professione di Cyrill Blülle tra qualche anno, ma la cosa non lo spaventa: «Mi si aprono molte possibilità, ad esempio esperto doganale, la specializzazione in un settore oppure lavorare in un’altra regione linguistica.»

Il 25enne è cresciuto sul Mutschellen (AG), a 22 chilometri dal suo attuale domicilio a Lenzburg. Oltre allo scampanellio e al belare delle pecore nei dintorni non si sente praticamente niente. A Cyrill Blülle va bene così, a lui piace la calma e poter staccare la spina.

Ricetta per sbarazzarsi del superfluo

Siccome non sa cosa lo aspetta sul piano professionale, deve essere flessibile e mobile. Se si hanno poche cose, è più facile cambiare domicilio in modo efficiente. Ecco perché, quando lascia la casa dei genitori, prende solo poca roba. E per sbarazzarsi del superfluo applica un sistema semplice: «Prendo l’oggetto in mano e mi chiedo se l’ho usato nell’ultimo paio d’anni.» Se non è il caso, lo regala o lo butta. 

La nuova casa Minergie che ha affittato, larga 4 e lunga 11,65 metri, si adatta perfettamente al suo stile di vita minimalista. Da fuori la casa sembra piuttosto stretta, nonostante i 75 metri quadrati di superficie abitativa. «Se dovessi comprarmi una bici, non saprei proprio dove metterla», perché non ho un ripostiglio.

Ma al momento a lui va bene così: «Le prossime settimane e i prossimi mesi sarò spesso in giro. E durante i blocchi di scuola abito nel campus dell’Amministrazione federale delle dogane.»