La Mobiliare sostiene la protezione contro le piene in due comuni grigionesi

Nei comuni grigionesi di Grono e Roveredo, scarpate e dighe miglioreranno la protezione dalle piene del fiume Calancasa. La Mobiliare contribuisce con 100 000 franchi alle spese complessive.

Bellinzona GA

In prima riga: Vice-Sindaca Dolores Zoppi, Michele Masdonati, Agente generale della Mobiliare a Bellinzona, Sindaco Samuele Censi e Cristiano Pedrini, Consulente la Mobiliare

Negli ultimi anni le piene sono aumentate e in molti luoghi è necessario intervenire in termini di misure di prevenzione. Il fiume Calancasa minaccia non solo Grono, ma anche Roveredo, entrambe nel Canton Grigioni.

«È stato subito chiaro che in questo settore dovevano essere intraprese delle misure edilizie», afferma Michele Masdonati, agente generale dell’agenzia generale della Mobiliare di Bellinzona, che si occupa anche della clientela nei comuni di Grono e Roveredo nei Grigioni.

«Non solo il Ticino viene ripetutamente colpito da forti frane e inondazioni, ma anche questi due paesi sono purtroppo particolarmente esposti a causa della loro posizione geologica. Era solo questione di tempo che si dovessero adottare delle misure di protezione.»

La Mobiliare contribuisce con 100 000 franchi alle spese del Comune per la realizzazione della protezione contro le piene al fiume Calancasa. Il progetto di prevenzione non garantisce solo protezione dalle inondazioni causate dal torrente. Anche le strade cantonali e comunali confinanti nonché le infrastrutture pubbliche sono protette. Le misure consistono nel rafforzamento di scarpate e nell’innalzamento degli argini. Un nuovo argine di protezione integra la protezione contro le piene.

I lavori di costruzione del progetto sono iniziati nella primavera del 2021 e sono ora terminati.

43 milioni di franchi per progetti di prevenzione

Determinare gli scenari possibili è molto importante, altrettanto essenziale è anche prevenirne i danni in modo mirato. Per questo la Mobiliare sostiene progetti di prevenzione di vari comuni in merito alla protezione dalle esondazioni, dalle cadute di sassi, dalle valanghe, etc. Dal 2005 a oggi la Mobiliare ha partecipato a più di 160 progetti di prevenzione, ai quali ha destinato circa 43 milioni di franchi.

L’impegno sociale della Mobiliare

Con il suo impegno sociale la Mobiliare, compagnia assicurativa con struttura cooperativa dal 1826, s’impegna in molteplici modi a favore della Svizzera. L’impresa incentiva e avvia in tutta la Svizzera progetti nei settori della cultura e della sostenibilità. Ha lanciato su scala nazionale il progetto dedicato alle api «MoBees» per la biodiversità e, in qualità di partner principale dell’associazione Sentieri Svizzeri, sostiene la manutenzione e l’ampliamento di ponti e passerelle. Con il Forum Mobiliare di Losanna e Thun ha dato vita a una piattaforma per incrementare la forza innovativa di PMI e ONG. Inoltre, la Mobiliare sostiene progetti di ricerca presso l’Università di Berna, l’ETH di Zurigo e l’EPF di Losanna e realizza progetti di prevenzione per la protezione dai pericoli naturali in tutte le regioni del Paese.