Abitare in una comune – ecco come assicurarsi correttamente

Come assicurarsi correttamente quando si abita in una comune

Il momento di lasciare la casa dei genitori e camminare con le proprie gambe rappresenta per molti giovani adulti un passo importante verso l’indipendenza. Questa nuova libertà comporta però degli obblighi. Soprattutto quando si va ad abitare insieme ad altri.

Chi abita in una comune non può evitare di considerare la propria situazione assicurativa. Dovrà chiedersi: Come sono assicurato? Ho bisogno di una polizza individuale oppure può esserne stipulata una per tutta la comune? Che cosa succede se viene rubato qualcosa? In casi di questo tipo conviene mettere in chiaro le responsabilità, anche per evitare di concludere l’amicizia con un litigio.

Assicurare i beni personali

Un incendio distrugge i beni personali di tutti i membri della comune, la fuoriuscita di acqua danneggia in modo irreparabile i mobili oppure un ladro s’intrufola nell’appartamento e sottrae una borsa. In questi casi l’assicurazione mobilia domestica risarcisce tutti i danni all’arredamento, e precisamente al valore a nuovo. È importante considerare periodicamente la somma assicurata, adeguando se necessario la polizza. Per una comune è sufficiente una sola polizza.

Copertura supplementare contro il furto

Il laptop è uno strumento prezioso per gli studenti, che generalmente lo portano con sé anche all’università. Se il computer, la bicicletta o l’attrezzatura da sci vengono sottratti fuori casa, il danno è coperto dall’assicurazione supplementare contro il furto semplice.

Per danni a terzi

Eventuali danni che lei ha causato ad altre persone o ai loro beni sono coperti dall’assicurazione di responsabilità civile. Quest’assicurazione copre anche i danni del locatario dovuti a disattenzione, come la crepa nel lavandino in seguito alla caduta del flacone di profumo o il pavimento rovinato dalla pentola scivolata di mano. È importante che nella polizza siano indicati tutti i nominativi dei membri che abitano nella comune. Le consigliamo quindi di verificare a intervalli regolari se gli inquilini indicati nella polizza corrispondono all’attuale situazione nella comune.