Hagelkörner in einer Hand
Guida

8 fatti sulla grandine

Giardini devastati e automobili ammaccate: si fa presto a vedere gli effetti della grandine. Ma che cosa ne sappiamo di questi potenti chicchi ghiacciati? Otto fatti sulla grandine che forse ancora non conoscete. 

Come si forma la grandine?

La grandine si forma nelle nuvole temporalesche. In queste nuvole le particelle d’acqua vengono catapultate fino a 12 000 metri di altitudine ad una velocità che può raggiungere i 180 km/h. Di conseguenza ghiacciano, ricadono in basso e vengono ricatapultati più volte verso l’alto. Questo ripetuto su e giù fa ingrossare i chicchi di grandine. Quando i chicchi di grandine sono divenuti troppo pesanti per essere spinti verso l’alto, cadono sulla terra. 

Grandezza minima

Si parla di «grandine» a partire da una grandezza di 5 millimetri. Se i chicchi sono più piccoli si parla di «neve tonda». 

Il chicco record

In luglio 2010 nello stato del South Dakota (USA) è stato trovato uno dei più grandi chicchi di grandine. Misurava oltre 20 centimetri di diametro e pesava quasi 900 grammi. 

Rompivetri

A partire da una grandezza di quattro centimetri di diametro i chicchi di grandine possono danneggiare o rompere i vetri delle finestre o i parabrezza dei veicoli. 

Oltre i limiti di velocità

Maggiore è la misura dei chicchi di grandine, più velocemente cadono dal cielo. La grandine può raggiungere la velocità di 150 chilometri l’ora. 

La grandine è particolarmente frequente vicino alle catene montuose

Nelle vicinanze di catene montuose, come le Ande, l’Himalaya, le Alpi o il Giura, grandina con particolare frequenza. Negli hot-spot svizzeri della grandine - attorno all’arco giurassiano, nella regione del Napf o nel Ticino meridionale - ci si devono aspettare grandinate due o più giorni l’anno. 

Le grandinate sono brevi e costose

Per lo più le tempeste di grandine sono di breve durata. Ma dopo le piene, in Svizzera la grandine è la seconda catastrofe naturale in termini di costi. La tempesta di grandine più costosa fu il 23 luglio 2009. Il bilancio: 400 milioni di franchi a veicoli, 300 milioni a edifici e 35 milioni all’agricoltura. 
 

Come si possono evitare i danni da grandine?

Niente grandine? Si capisce che fin dai tempi antichi si cerca di evitare i danni della grandine. Sono stati sperimentati diversi metodi: dalle vittime sacrificali al suono delle campane, fino agli spari alle nuvole temporalesche. Oggi otteniamo migliori risultati puntando sulla ricerca