mobi__icon--right Created with Sketch.

la Mobiliare

Danni causati dalle martore al veicolo o alla casa

Alcuni accorgimenti per proteggersi da questo tipo di danni e l’assicurazione giusta in caso di emergenza.

Nel 2018 i clienti della Mobiliare hanno notificato circa 5000 casi di danni provocati ai loro veicoli dalle martore. Quando si sente parlare di danni causati dalle martore si pensa generalmente a cavi dell’auto rosicchiati. Ma le martore hanno ormai scoperto le soffitte delle nostre case e anche lì causano notevoli problemi. Contro i danni provocati dalla martore ci si può proteggere e assicurare.

Le martore sono animali notturni che ormai non temono più l’uomo. Le vediamo di rado e generalmente troviamo solo le loro tracce. Vivono nei nostri insediamenti, marcano il proprio territorio e spesso finiscono per danneggiare auto e case.

Perché le martore danneggiano i nostri beni?

Le martore sono note perché rosicchiano i cavi elettrici o i tubi dei freni o di refrigerazione delle auto. Perché lo fanno? I motivi all’origine del loro comportamento sono i seguenti:

  • Le martore sono esploratrici. Sono animali curiosi, a cui piace scoprire cose nuove. Per farlo utilizzano i denti. Alle martore piace l’odore della gomma e per questo sono a loro agio nel vano del motore.
  • Le martore sono animali territoriali. Lasciando nelle auto il segno del proprio odore, delimitano il proprio territorio e lo difendono dall’intrusione di rivali. Diventano aggressive e per difenderlo mordono selvaggiamente ciò che incontrano nel vano motore. 

Impedire che le martore danneggino le auto

Le martore sono animali selvatici. È comunque possibile cercare di proteggere la propria auto dai loro danni. Ecco qui di seguito tre suggerimenti.

  1. Lavare regolarmente e a fondo il motore. Prestate attenzione ad un’esecuzione corretta.
  2. Bloccare gli accessi: barriere a setole, griglie, lamiere perforate o corrente elettrica impediscono che gli ospiti sgraditi accedano al vano motore. Inoltre, singoli componenti delicati come ad esempio i cavi di accensione possono essere protetti con tubi corrugati.
  3. Le martore non gradiscono il terreno traballante o insicuro. Pertanto mettere una rete metallica sotto il vano motore è una buona protezione.

Per realizzare il secondo e il terzo accorgimento, rivolgetevi al vostro meccanico di fiducia.

Non sempre la prevenzione protegge

Siamo spesso in balia della natura nonostante le misure di protezione. La martora morde a dispetto di tutte le precauzioni. Se disponete di un’assicurazione casco parziale, quest’ultima copre i costi di sostituzione o riparazione nonché gli eventuali danni conseguenti.

Un esempio: è fuoriuscito il liquido dei freni perché una martora ha tranciato tutti i tubi. La spia lampeggia e l’auto è inutilizzabile. L’assicurazione casco parziale copre il danno La Mobiliare vi fornisce prestazioni di assistenza per continuare il viaggio tramite la 24h CarAssistance. 

Materiale isolante, che bontà!

Le martore sono agili e furbe. Un foro sul tetto grande come un uovo è sufficiente per farle entrare in soffitta. Una volta dentro, divorano il materiale isolante. Dal momento che quest’ultimo di solito è nascosto dietro al legno, il danno è difficilmente riconoscibile e stimabile. L’azione delle martore può rendere necessari interventi di risanamento dello strato isolante costosi e impegnativi. In alcuni Cantoni, se è stata stipulata un’assicurazione complementare, l’assicurazione stabili copre i danni causati dalle martore, ma non le spese per l’intero risanamento. In caso contrario intervengono le assicurazioni private. Con la Mobiliare, per esempio, i danni agli stabili causati da roditori selvatici e martore possono essere inclusi nell’assicurazione economia domestica e stabili.