Cybersicherheit: Frau am Laptop

Cyber sicurezza nelle PMI svizzere: un’analisi

Oltre 1900 persone hanno già eseguito il test di autovalutazione della cyber sicurezza. I risultati mostrano che aumenta sì la consapevolezza in merito ai cyber attacchi, ma nelle imprese non viene fatto ancora abbastanza per proteggersi.

Il test di autovalutazione della cyber sicurezza permette alle imprese di ottenere un quadro della situazione riguardante il loro atteggiamento nei confronti dei cyber attacchi. Dalle indicazioni dell’impresa è possibile assegnare il relativo comportamento in una delle seguenti quattro categorie: esperte/i, deleganti, focalizzatrici/focalizzatori e ottimiste/i. Il diagramma mostra la distribuzione dei vari tipi di comportamento tra le PMI partecipanti.

Qual è il vostro tipo di comportamento? 

Curiosi di sapere quanto siete preparati per i cyber attacchi? Eseguite il test di autovalutazione. 

Al test di autovalutazione della cyber sicurezza

Risultati del test di autovalutazione tra l’1.12.2023 e il 14.2.2024

Risultati del test di autovalutazione tra l’1.12.2023 e il 14.2.2024

I tipi di comportamento rischiosi dominano in tutti i settori

I risultati mostrano che solo un quarto delle e dei partecipanti si ritiene un’esperta/un esperto. Un altro 15% attribuisce al tema della cyber protezione la massima importanza e ha attuato misure significative. Un buon 60% rientra tuttavia nei tipi di comportamento rischiosi (focalizzatrici/focalizzatori oppure ottimiste/i). Queste persone non si intendono di cyber sicurezza oppure ritengono che il rischio di un cyber attacco nella loro impresa sia molto basso. Hanno pertanto attuato per la prima volta solo le misure di protezione più comuni (ad es. aggiornamenti regolari del software). Questa distribuzione riguarda vari rami professionali: non importa che si tratti del settore edile, della ristorazione o della sanità, le focalizzatrici/i focalizzatori e le ottimiste/gli ottimisti sono predominanti in quasi tutti gli ambiti.

Bassa percezione del rischio

Si evince anche che molte imprese sottovalutano il rischio di un cyber attacco. In linea di principio, la cyber criminalità viene percepita dalle imprese come un problema da prendere sul serio, motivo per il quale nella maggior parte delle PMI vengono adottate misure di protezione tecniche contro i cyber attacchi (ad es. utilizzo di reti sicure). Così facendo, però, ci si illude di essere al sicuro. Secondo l’ultimo cyber studio del 2023, infatti, l’11% delle PMI intervistate è già stato vittima di un cyber attacco e circa la metà di esse ha subito un danno finanziario. 

La semplice attuazione di misure tecniche non è sufficiente per proteggersi dai cyber attacchi. Le misure organizzative come, ad esempio, la sensibilizzazione periodica del personale sono una componente essenziale per una cyber protezione completa.  

La prevenzione è la miglior protezione

Anche le imprese che già investono ripetutamente nella cyber protezione non sono purtroppo al sicuro da un attacco. I cyber criminali sviluppano sempre nuove strategie per attaccare le imprese. È pertanto importante sensibilizzare periodicamente il personale sulle nuove truffe. 

Nelle imprese che non sono ancora così progredite in fatto di misure di cyber protezione come le esperte/gli esperti, la direzione dovrebbe definire una o un responsabile della sicurezza IT. Questi diventerebbe la persona referente per tutte le questioni legate alla sicurezza informatica, coordinerebbe le misure di sicurezza e si occuperebbe dell’attuazione di un piano di sicurezza globale. Una chiara ripartizione dei compiti dovrebbe aver luogo anche in caso di collaborazione con provider esterni di servizi IT. Pure in tale evenienza è essenziale chiarire chi è responsabile di quali misure e implementazioni. 

Chi attua con coerenza le misure di cyber protezione nella sua impresa minimizza il rischio di successo di un eventuale cyber attacco. Ma, nonostante tutte le precauzioni, chiunque può essere colpito. È pertanto opportuno tutelarsi contro le conseguenze dei cyber attacchi. 

Minimizzare i danni in caso di emergenza

Basta un clic sbagliato e i criminali informatici possono hackerare i vostri sistemi. In tal caso è confortante sapere di essere assicurati contro le conseguenze di un cyber attacco. Se sono presenti segnali di un attacco informatico, occorre agire rapidamente. Con la cyber assicurazione della Mobiliare godete di una copertura ottimale e potete contare su un sostegno immediato. 

Alla cyber assicurazione della Mobiliare

Qual è il vostro tipo di comportamento? 

Curiosi di sapere quanto siete preparati per i cyber attacchi? Eseguite il test di autovalutazione. 

Al test di autovalutazione della cyber sicurezza