Due persone in un ufficio a parlare
Guida

Le principali assicurazioni per freelance e autonomi

Il diritto svizzero distingue tra attività lucrativa dipendente e indipendente. I freelance sono, in linea di principio, considerati indipendenti poiché assumono il rischio economico della loro attività.  

In definitiva è però la cassa di compensazione a decidere se si può essere considerati o meno indipendenti. Sulla base di specifici criteri stabilisce in quali casi un'attività lucrativa è indipendente.  

Quali assicurazioni devo avere in qualità di indipendente o freelance?

Tutto dipende dalla forma giuridica scelta. Le ditte individuali sottostanno alle assicurazioni sociali obbligatorie, l’AVS e l’AD. Se, per lavorare come indipendenti o freelance, optate per la forma giuridica Sagl o SA dovrete stipulare altresì un’assicurazione contro gli infortuni. In entrambi i casi la previdenza professionale è obbligatoria a partire da un salario annuo di 21’300 franchi.  

Non sono obbligatorie, anche se consigliate, la previdenza professionale, l’assicurazione responsabilità civile d’impresa e l’assicurazione protezione giuridica.  

Scoprite di più sulle diverse assicurazioni: 

Assicurazioni sociali

AVS/AI/IPG  

  • I lavoratori indipendenti sono assicurati nell’ambito dell’AVS e dell’AI e, in caso di servizio militare, possono richiedere un’indennità per perdita di guadagno. Inoltre l’IPG versa alle madri un'indennità per la perdita di guadagno.  
  • Se si conseguono redditi superiori a 2’300 franchi in un anno contabile si è tenuti a iscriversi alla cassa di compensazione. La cassa di compensazione verifica se sussiste o meno un’attività lucrativa indipendente ai sensi del diritto sulle assicurazioni sociali. Per l’iscrizione è necessario rivolgersi alla cassa di compensazione competente per il comune in cui ha sede la propria attività.  
  • L’AVS mette a disposizione a questo link utili opuscoli informativi. 

Assicurazione contro la disoccupazione    

  • I lavoratori indipendenti non hanno diritto all’indennità di disoccupazione. 
  • Hanno diritto a percepire questa indennità soltanto se, nel contesto di un’attività di lavoro dipendente, sono stati versati i contributi all’assicurazione contro la disoccupazione per almeno 12 mesi.  
  • L'assicurazione contro la disoccupazione non può assumere il rischio di impresa e versare indennità a indipendenti che, al contempo, sono dichiarati disoccupati. 
  • Il rischio di impresa è assunto interamente dal lavoratore indipendente. 

Assicurazione contro gli infortuni

I lavoratori indipendenti non sono obbligati a sottoscrivere un’assicurazione contro gli infortuni. La LAINF offre loro tuttavia la possibilità di assicurarsi su base volontaria contro gli infortuni.  

Altre assicurazioni

Previdenza professionale 

  • È soprattutto in materia di previdenza professionale che possono verificarsi lacune rispetto ai lavoratori dipendenti. Per i lavoratori indipendenti la previdenza professionale non è obbligatoria. Possono tuttavia decidere su base volontaria di aderire alla previdenza professionale.  
  • Per evitare che si vengano a creare lacune previdenziali e per beneficiare di vantaggi fiscali è consigliato aprire un pilastro 3a o assicurarsi volontariamente presso un’associazione o un istituto collettore.

Assicurazione malattie 

  • In Svizzera l’assicurazione malattie è obbligatoria. Non dimenticatevi di includere la copertura contro gli infortuni nell’assicurazione di base. Assenze dal lavoro a breve termine (fino a un massimo di 730 giorni) per malattia possono essere coperte da un’indennità di malattia. 

Assicurazione responsabilità civile d’impresa 

  • L’assicurazione responsabilità civile d’impresa tutela l’impresa per esempio se un cliente si infortuna all’interno del vostro ufficio o se arrecate danni al vostro committente. 
  • Indipendentemente dalla durata del contratto, queste assicurazioni possono essere disdette in caso di fallimento.

Cosa devo tenere in conto se, oltre al mio impiego fisso, lavoro come freelance?

Se, oltre al vostro impiego fisso, avete un’attività indipendente come freelance, quest’ultima è solitamente un’attività lucrativa accessoria. Il reddito proveniente da un’attività svolta come freelance deve figurare nella dichiarazione d’imposta. Se le vostre entrate non superano 2’300 franchi, in linea di massima non dovete pagare nessun contributo all’AVS/AI/IPG/AD. Sono escluse le attività in determinati settori (produzioni teatrali, danza, orchestre, radio, televisione ecc.). Troverà maggiori informazioni a questo link.  

In alcuni casi dovrete dichiarare il vostro reddito accessorio al datore di lavoro. Verificate se un’attività lucrativa accessoria come freelance è autorizzata dal vostro datore. Ciò significa che dovrete garantire l’obbligo di diligenza e di fedeltà nei confronti del vostro datore di lavoro e assicurare l’adempimento personale.  

Domande su lavoro autonomo, assicurazioni e previdenza?