Due vincitori per il Prix Mobilière 2016

Martedì, 26. Gennaio 2016

Il Prix Mobilière quest’anno viene vinto non da uno ma da due artisti: Mathis Altmann e Vittorio Brodmann. In occasione del ventennale del premio la giuria ha scelto un pittore e uno scultore: due posizioni artistiche che si integrano perfettamente in un’espressione della contemporaneità. Uno modella sculture dai rifiuti, l’altro combina le tecnica della pittura classica con una poesia artistica estrosa.

Mathis Altmann è nato nel 1987 in Germania, vive e lavora a Zurigo. Le sue sculture nascono dalle rovine e dai rifiuti della nostra cultura, dalla quale abbiamo sperato di ricevere prestigio e felicità. L’artista si concentra su tematiche ambientali ma anche politiche e si confronta con i meccanismi distruttivi del nostro mondo. I materiali che impiega sono sorprendenti e i risultati ottenuti hanno una forte presenza fisica. Vittorio Brodmann è nato nel 1987 a Ettingen e vive anche lui a Zurigo, dove ha già realizzato diversi progetti in collaborazione con Mathis Altmann. Brodmann colloca i suoi personaggi, che sembrano usciti dai fumetti e dai cartoni animati, in un ambiente esistenzialista, dove può accadere di tutto, dal dramma alla commedia. I suoi quadri sono spesso di piccolo formato e colpiscono per tutte le emozioni e le storie che l’artista riesce a collocare al loro interno. «Questi due artisti dimostrano come la nuova arte svizzera sia varia, complessa, articolata e sofisticata, afferma Dorothea Strauss, responsabile CSR della Mobiliare e presidente della giuria del Prix Mobilière. «Quest’anno per noi è stato estremamente difficile incoronare un vincitore, perché tutti gli artisti nominati si sono rivelati eccezionali per la loro unicità».


«Per questo motivo, e anche perché l’anno del giubileo è una buona occasione, abbiamo due vincitori. Inoltre, la collezione d’arte della Mobiliare quest’anno si arricchirà di due artisti interessanti», spiega Dorothea Strauss.
Assieme ai sette artisti nominati la Mobiliare presenterà Mathis Altmann e Vittorio Brodmann nel corso di un’esposizione collettiva presso la fiera dell’arte artgenève (28 – 31 gennaio 2016, Palexpo). In occasione del giubileo e della mostra è stata realizzata una pubblicazione in tedesco e francese, che illustra anche l’approccio specifico della Mobiliare all’arte e alla creatività. Dal 3 marzo 2016 la Mobiliare presenta questa mostra collettiva anche nei locali della Direzione di Berna.

Il più antico premio per giovani talenti di un’assicurazione svizzera

Il Prix Mobilière intende premiare in particolare i giovani artisti le cui opere creano collegamenti a temi socialmente rilevanti e quindi che sono in grado di fornire stimoli decisivi per la comprensione della nostra epoca. In questo contesto la Mobiliare ogni anno invita diversi esperti d’arte a nominare ciascuno un giovane artista per il Prix Mobilière. Il vincitore viene scelto da una giuria fra la rosa degli artisti nominati. Creato nel 1996, il Prix Mobilière ha una dotazione di 15 000 franchi e prevede un acquisto per la collezione della Mobiliare.

L’impegno della Mobiliare a favore dell’arte

Essendo un’impresa fondata nel 1826 e operante esclusivamente in Svizzera, alla Mobiliare stanno a cuore il benessere e il futuro della Svizzera. La nostra tradizione cooperativa è sinonimo di valori sociali responsabili e orientati al futuro. In questo contesto la promozione dell’arte e della cultura assume un ruolo centrale. Questo impegno si fonda sulla convinzione che gli artisti, con le loro opere, mettono a disposizione strumenti produttivi per lo sviluppo positivo dei processi sociali, a beneficio del singolo ma anche della collettività. Per questo motivo la Mobiliare dalla fine degli anni Trenata raccoglie opere d’arte, promuove progetti artistici in tutta la Svizzera, realizza mostre e coinvolge gli artisti nelle proprie attività interne e in progetti dedicati alla ricerca, alla società e all’innovazione.

Il Gruppo Mobiliare

In Svizzera, un’economia domestica su tre è assicurata presso la Mobiliare. L’assicuratore generale al 31 dicembre 2016 gestiva un volume di premi pari a 3,630 miliardi di franchi. 79 agenzie generali con un proprio servizio sinistri indipendente garantiscono la vicinanza a 1,7 milioni di clienti in circa 160 località della Svizzera. La Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni SA ha sede a Berna, mentre la Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni sulla vita SA ha sede a Nyon. Fanno parte del Gruppo anche la Mobiliare Svizzera Asset Management SA, la Protekta Assicurazione di protezione giuridica SA, la Protekta Consulenza-Rischi SA, la Mobi24 Call-Service-Center SA e la XpertCenter SA, tutte con sede a Berna, la Trianon SA con sede a Renens e la SC, SwissCaution SA con sede a Bussigny.

La Mobiliare occupa in Svizzera e nel Principato del Liechtenstein 4900 collaboratori e 327 apprendisti. È la più antica società privata d’assicurazioni della Svizzera e sin dal 1826, anno della sua fondazione, ha struttura di cooperativa.