Vivere – con l’arte e nell’arte

Giovedì, 29. Marzo 2018

Nella nostra mostra attuale «Vivere nell’arte» ci occupiamo dell’importanza che l’arte può rivestire nell’ambito personale o lavorativo e delle forze che essa sviluppa – sull’esempio della collezione privata Ketterer-Ertle a Berna.

L’arte movimenta, l’arte ravviva! Che l’arte possa riempire una vita intera, arricchendola giorno dopo giorno, lo dimostra la collezione privata di Carola Ertle Ketterer e di Günther Ketterer a Berna. I coniugi collezionano arte dagli anni Ottanta e per loro ciò va oltre il semplice acquisto di opere per la loro residenza o per il deposito della collezione.

Per loro collezionare arte significa vivere con l’arte, imparare dall’arte e trarre dall’arte di continuo nuova ispirazione. Già davanti alla porta di casa si incontrano le prime opere. Altre seguono nell’ingresso, in salotto e in cucina, nelle stanze da lavoro e addirittura in bagno. Dappertutto lo sguardo attento è carpito da oggetti insoliti, scopre cose nuove e viene trasportato in una meravigliosa escursione attraverso tutti i media: filmati, disegni, pittura, scultura e installazioni che mettono le ali alla fantasia. Per terra, sulle pareti, nello spazio, sul coperchio del fornello – l’arte pervade l’ambiente.

La mostra «Vivere nell’arte» invita i visitatori a immergersi nella collezione di Carola Ertle e Günther Ketterer e vivere in prima persona come l’arte può pervadere la vita quotidiana e accompagnarla: la Mobiliare ha invitato il rinomato fotografo svizzero David Willen a fotografare l’appartamento di questi due collezionisti. La grande stampa ricavata dalle sue foto diviene parte di un collage, nel quale la realtà fotografata si confonde con opere reali.

«Non ci limitiamo ad aprire le porte agli ambienti privati di questi due collezionisti: mostriamo anche una preziosa scelta di opere fondamentali, riproduciamo nel vero senso della parola il loro salotto artistico e documentiamo, rendendola pubblica, una passione straordinaria per la collezione.», spiega Dorothea Strauss, responsabile della Corporate Social Responsibility e dell’impegno sociale della Mobiliare.

Un interessante programma divulgativo accompagna la mostra che dura dal 5 aprile al 17 agosto ed è accessibile al pubblico durante gli orari di ufficio (dalle 7 alle 17).

Per ulteriori informazioni: mobiliare.ch/arte

L’impegno sociale del Gruppo Mobiliare

La Mobiliare sostiene progetti di ricerca presso l’Università di Berna, il PF di Zurigo e il PF di Losanna. Promuove progetti di prevenzione per la protezione dai pericoli naturali in diverse regioni della Svizzera, apre nuovi spazi di dialogo fra arte e società e aiuta le imprese svizzere a sviluppare il loro spirito innovativo. Maggio informazioni su www.mobiliare.ch/impegno