Parta senza pensieri per il suo viaggio intorno al mondo

Come assicurarsi correttamente anche per un soggiorno all'estero durante un congedo non retribuito

Un sogno coltivato da tanto tempo diventa realtà: il viaggio intorno al mondo, il soggiorno linguistico in Sudamerica o il lavoro volontario presso un ente umanitario in Sudafrica. Ci sono tante possibilità di fare soggiorni avvincenti all'estero. Le mostriamo come assicurarsi correttamente anche per un soggiorno all'estero durante un congedo non retribuito.

Chiudersi la porta alle spalle e partire – questo sogno di tanti, per Lei diventerà presto realtà: un viaggio intorno al mondo, imparare lo spagnolo in Sudamerica, viaggiare in tutta Europa con l'interrail oppure fare volontariato presso un ente umanitario in Sudafrica. Un soggiorno all'estero di diversi mesi va pianificato e preparato accuratamente. Anche per quanto riguarda la sua polizza assicurativa.

Viaggiare senza preoccupazioni

Quando il suo datore di lavoro approva il suo congedo non retribuito oppure quando si licenzia dal posto di lavoro, è tempo di cominciare a pianificare. Un'adeguata copertura assicurativa non è meno importante che stabilire l'itinerario, avere il passaporto valido o acquistare un adattatore elettrico specifico per un determinato Paese. La copertura la protegge da brutte sorprese finanziarie e le consente di godersi pienamente la sua vacanza.

Assicurazione malattia: includere nuovamente la copertura infortuni

La copertura contro gli infortuni continua a sussistere anche durante l'assenza dovuta a congedo non retribuito. Tuttavia chi si è licenziato dovrebbe riassicurarsi contro gli infortuni presso la propria cassa malati. L'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni tramite il datore di lavoro decade 31 giorni dopo l'ultimo giorno che ha dato diritto al salario. Ma è possibile prolungare questa copertura per un periodo della durata massima di 6 mesi e stipulare una cosiddetta "assicurazione mediante accordo" presso l'assicuratore dell'ex datore di lavoro. In tal modo l'assicurazione contro gli infortuni vale ancora complessivamente nei 7 mesi successivi all'ultimo diritto al salario. Inoltre si faccia consigliare dalla sua cassa malati se è sensato stipulare un'assicurazione complementare per la degenza ospedaliera all'estero. A seconda dei casi, il ricovero all'ospedale all'estero può risultare notevolmente più caro che in Svizzera.

Assicurazione di responsabilità civile privata: per danni alla proprietà di terzi

Succede facilmente: il tavolo dell'alloggio si graffia, oppure la macchina fotografica presa in prestito si rompe. Se durante il soggiorno all'estero alloggia presso una famiglia ospitante o in un appartamento dovrebbe verificare se la sua assicurazione di responsabilità civile privata la protegge anche in questi casi dalle conseguenze finanziarie di pretese di responsabilità civile legalmente fondate da parte di terzi. Per informazioni al proposito, può consultare le condizioni generali di assicurazione (CGA) oppure domandare direttamente al suo consulente assicurativo personale.

Assicurazione d'indennità giornaliera: saggia previdenza

Dalle ferie non si torna sempre con regali piacevoli: una slogatura al piede durante il trekking o un'infezione dovuta all'inquinamento dell'acqua potabile. Si protegga dalle spiacevoli sorprese economiche al suo rientro. Si informi prima di partire e stipuli un'assicurazione d'indennità giornaliera  Essa copre i rischi finanziari, se quando rientra non può immediatamente ricominciare a lavorare a causa di un infortunio o una malattia.

Poco prima di partire

Prima di iniziare il viaggio si accerti che i premi di tutte le sue assicurazioni vengano pagati entro il termine. In particolare se vi sono delle fatture a scadenza mensile. Altrimenti rischia che la sua copertura assicurativa non sia più completa. Il suo consulente assicurativo personale le fornisce aiuto e consigli anche per questi temi.