mobi__icon--right Created with Sketch.

la Mobiliare

L’acqua nelle tubature della casa per le ferie
L’acqua nelle tubature della casa per le ferie

Tubazioni dell'acqua ghiacciate – che fare?

Un ambiente freddo e acqua che non scorre: le condizioni ideali perché l’acqua nella tubazione si ghiacci

Nelle case poco utilizzate durante l’inverno, il grande freddo può far gelare l’acqua nelle condutture. Se le condutture si spaccano a causa della pressione eccessiva, ne conseguono spesso danni ingenti. Qui vi spieghiamo cosa fare quando l'acqua in una tubazione si è ghiacciata e come evitare danni utilizzando l'antigelo.

Uno chalet isolato, avvolto da un soffice manto di neve – che immagine romantica! Ed è davvero romantico se nel caminetto c'è il fuoco acceso. Se però per un lungo periodo gli ambienti si raffreddano, non solo è molto meno romantico, ma è anche pericoloso per le condutture dell'acqua. Se congelano possono derivarne facilmente gravi danni.

Come faccio ad accorgermi che l'acqua nella tubazione è ghiacciata?

I segnali che fanno presumere tubazioni ghiacciate sono l’assenza di acqua corrente da rubinetti o nei radiatori che quindi restano freddi. Se l'acqua gela in una tubazione, non è detto che esploda, ma può succedere. Quando l’acqua gela, infatti, il suo volume aumenta e, nel peggiore dei casi, la pressione che ne deriva provoca la rottura della conduttura dell’acqua. Fintanto che l'acqua è gelata, non si rilevano perdite, ma le brutte sorprese arrivano con il disgelo. Quando il ghiaccio si scioglie, l’acqua fuoriesce dal tubo rotto e provoca danni. Non sono solo le condutture poste all’esterno ad essere soggette al rischio gelo, ma anche quelle poste nei muri, se prive di un isolamento adeguato.

Tubazione ghiacciata – e ora?

Se scoprite una tubazione gelata, evitate assolutamente di scongelarla da soli. Un procedimento sbagliato nello scongelare il tubo, come ad esempio eccessivo calore, può rovinarlo ulteriormente e provocare altri danni. Chiamate subito un idraulico, chiudete il rubinetto generale dell'acqua e accendete il riscaldamento.

Se la tubazione si è già rotta, staccate immediatamente tutti gli apparecchi elettrici dall’alimentazione e chiamate subito uno specialista (idraulico). Una perdita d'acqua in casa può danneggiare mobili e tappeti, dunque è un caso coperto dall'assicurazione mobilia domestica. Se invece l’acqua ha danneggiato anche parti dell’edificio, ad esempio i pavimenti in parquet o le carte da parati, interviene l'assicurazione stabili. Se il danno si è verificato nell'appartamento in cui siete è in affitto, per prima cosa informate il locatore, il quale, d'accordo con voi, farà venire uno specialista.

Meglio prevenire

Come evitare che le condutture dell'acqua congelino?

  • Chiudete le condutture d'acqua che si trovano in locali non riscaldati e svuotate i tubi aprendo i rubinetti e facendo fuoriuscire l'acqua che contengono.
  • In caso di assenza prolungata, chiudete il rubinetto principale dell'acqua dell'abitazione e poi aprite tutti i rubinetti per svuotare i tubi.
  • In caso di basse di temperature non chiudete completamente i radiatori, nemmeno di notte o quando l’immobile è vuoto. Non è sufficiente attivare il dispositivo antigelo del riscaldamento, poiché questo protegge dal congelamento solo i termosifoni.
  • Prima di assentarvi, chiudete tutte le finestre.
  • Se la casa rimane disabitata per un lungo periodo, chiedete a una persona di fiducia di passare per un controllo una volta alla settimana. 

Sistemi antigelo riscaldanti

Una buona protezione contro il congelamento dell'acqua nelle condutture è costituita dai cavi elettici riscaldanti contro il gelo: vengono posizionati direttamente lungo le condutture d'acqua e si riscaldano con l'elettricità. Questo calore viene ceduto alla conduttura, proteggendola contro il congelamento. Il cavo elettrico antigelo può essere attaccato a un termostato che lo accende automaticamente quando la temperatura scende sotto un determinato valore e lo spegne quando lo supera.

Un'altra possibilità è costituita da un cavo riscaldante autoregolante: quando la temperatura è bassa il cavo si contrae e ciò ne provoca il riscaldamento. Quando la temperatura aumenta il cavo si estende e si raffredda. In ogni caso l'installazione di questi cavi va concordata con un elettricista.