la Mobiliare

""
""

Prepararsi al pensionamento – Istruzioni, suggerimenti, checklist

Cosa devo fare prima del pensionamento?

Basta lavorare! È arrivata l’ora della pensione. Con quanta tranquillità guardate a questa nuova fase di vita dipende dal vostro piano di pensionamento. Occupatevi per tempo del vostro futuro finanziario per godervi la pensione in tutta spensieratezza. Ponetevi le domande giuste al momento giusto. 

10-15 anni prima del pensionamento: fare il punto della situazione 

Quali sono le vostre esigenze dopo il pensionamento? 
Come si presenta il vostro reddito dopo il pensionamento? 

5 anni prima del pensionamento: preparare un piano finanziario 

Quale sarà il mio budget domestico dopo il pensionamento? 
Conviene valutare un prelievo anticipato dal secondo pilastro? 

Godersi la pensione in tutta tranquillità 

Devo modificare la pianificazione del mio budget?

Com’è composta la mia prestazione di vecchiaia? 

La base della previdenza per la vecchiaia è costituita dal primo e secondo pilastro. Il primo pilastro è la previdenza statale, che con l’AVS e l’AI copre il minimo esistenziale. Questa assicurazione è obbligatoria ed è considerata un’assicurazione popolare. Il secondo pilastro, ovvero la previdenza professionale (LPP), assicura tutti i lavoratori dipendenti e contribuisce al mantenimento dello standard di vita anche dopo il pensionamento. Assieme al primo pilastro dovrebbe garantire una rendita pari al 60% del reddito precedente al pensionamento. Il terzo pilastro è la previdenza privata ed è facoltativo. 

Check-up della previdenza 

Qualsiasi cosa riservi il futuro, abbiamo la soluzione più adatta per tutte le vostre esigenze. 

Avviare il check-up della previdenza 

Con quanto anticipo posso stimare la mia rendita di vecchiaia? 

Cinque anni prima del pensionamento potete stimare approssimativamente quanto denaro avrete a disposizione una volta in pensione. Questo è anche il momento di riflettere se desiderate prelevare il vostro avere della cassa pensioni dal secondo pilastro come rendita regolare, come versamento unico di capitale o in forma mista. Per fare una stima realistica della vostra situazione finanziaria dopo il pensionamento dovete tenere conto di diversi fattori tra cui:  

  • assicurazioni sociali 
  • investimenti di capitali 
  • imposte e questioni giuridiche 
  • budget personale

Preparate un budget domestico per il periodo successivo al pensionamento e chiedete di farvi calcolare la rendita futura AVS. Se l’AVS, la cassa pensioni e il vostro patrimonio non dovessero coprire il vostro fabbisogno, potete richiedere le prestazioni complementari.

Quanto tempo prima del pensionamento devo annunciarmi presso l’AVS? 

Se desiderate ricevere puntualmente il primo pagamento della rendita, dovete annunciare alla vostra cassa di compensazione il vostro diritto alla rendita AVS tre-quattro mesi prima del pensionamento.   

Quando viene versata la pensione AVS per la prima volta? 

Il primo versamento viene effettuato al raggiungimento dell’età di pensionamento. L’età ordinaria di pensionamento è di 64 anni per le donne e di 65 anni per gli uomini. In altre parole: si ha diritto alla rendita di vecchiaia a partire dal mese successivo al 64° o 65° compleanno. Il versamento viene effettuato il terzo giorno lavorativo del mese. 

A partire da quando è possibile la fruizione anticipata della rendita? 

Fruizione anticipata della rendita AVS 

Se lo desiderate, potete percepire la rendita AVS uno o due anni prima dell’età ordinaria di pensionamento. Tuttavia, in questo caso le prestazioni di vecchiaia vengono ridotte:  

  • 1 anno prima: riduzione del 6,8% 
  • 2 anni prima: riduzione del 13,6% 

Se desiderate prelevare la vostra rendita di vecchiaia anticipatamente, comunicatelo cinque-sei mesi prima alla vostra cassa di compensazione. Attenzione: chi percepisce anticipatamente la rendita AVS continua a essere soggetto ai contributi fino all’età ordinaria di pensionamento. 

Prelievo anticipato dalla cassa pensioni 

In caso di pensionamento anticipato avete anche la possibilità di effettuare un prelievo anticipato dal secondo pilastro. In tal caso potete farvi versare l’avere della cassa pensioni interamente o in parte come capitale, nella maggior parte dei casi già a partire dal 58° anno di età. Esiste inoltre la possibilità di percepire le prestazioni della previdenza professionale mensilmente come rendita intera o parziale. Tenete presente anche in questo caso che un pensionamento anticipato comporta perdite finanziarie. A quanto ammonta la riduzione delle rendite dipende dalla cassa pensioni.

Come funziona il differimento della rendita?

Amate il vostro lavoro e desiderate continuare a lavorare ancora qualche anno? In tal caso avete la possibilità di differire il vostro pensionamento fino a cinque anni. Dopo l’età ordinaria di pensionamento continuate a pagare i contributi AVS, AI e IPG se guadagnate più di 1400 franchi al mese. Chi differisce la rendita viene premiato con un supplemento di rendita fino al 31,5%. L’ammontare esatto di questo supplemento dipende dal momento del pensionamento. 

Cosa posso fare per aumentare il mio reddito dopo il pensionamento?  

Potete aumentare i vostri mezzi per la vecchiaia con un terzo pilastro, ovvero la previdenza privata facoltativa. Questa integra le prestazioni del primo e del secondo pilastro. Grazie al terzo pilastro potete mantenere il vostro standard di vita abituale anche dopo il pensionamento. Avete a disposizione due varianti. 

Il pilastro 3a è vincolato e fisso. L’obbligo di pagamento regolare dei premi comporta vantaggi fiscali. Nel pilastro 3b investite quanto possibile nel corso degli anni. Potete disporre di questo denaro in qualsiasi momento, ma i vantaggi fiscali di questa opzione sono inferiori.  

Avete tuttavia la possibilità di prelevare anticipatamente dei fondi dal pilastro 3a, ad esempio per l’acquisto di una proprietà abitativa o in caso di avvio di un’attività indipendente. Qui trovate ulteriori informazioni sulle differenze tra il pilastro 3a e 3b.

Come pianifico le mie giornate dopo il pensionamento?  

Molte persone non sanno come impiegare il tempo a disposizione dopo il pensionamento. Ecco perché vale la pena iniziare a pianificare la pensione con largo anticipo. Oltre all’aspetto finanziario, anche l’organizzazione del proprio tempo è importante. Desiderate lavorare meno, ma continuare comunque a lavorare? Cercate nuove sfide? Volete dedicare del tempo alla vostra famiglia o iniziare un nuovo progetto? Sicuramente troverete sostegno nel vostro ambiente. Inoltre, molti datori di lavoro e altre istituzioni offrono corsi di preparazione al pensionamento. Qualunque cosa decidiate, l’importante è rimanere attivi!